Foto di Giacomo Morini ©
News

Italiano, bisogna che guardi in faccia la realtà

Ad oggi la classifica piange infatti la Fiorentina è a solo +4 dalla retrocessione; bisogna che il mister cambi qualcosa e in fretta

Ieri ancora un'altra scoppola, pesante anzi pesantissima. La prima contro il Basaksehir per 3-0 e poi il catastrofico 0-4 di ieri. Vero, tutti dicono che la Fiorentina gioca bene, che non riesce ad essere cattiva e che ci si mette anche la sfortuna. Ma, caro Vincenzo Italiano, bisogna guardare in faccia la realtà.

Non si vince con il bel gioco, ma dimostrando sempre voglia e fame. Le basi per fare bene ci sono ma intestardirsi con la sua idea di gioco potrebbe essere compromettente per la Fiorentina. I viola non riescono a dare continuità infatti non vincono tre partite di fila da 6 mesi: Empoli (1-0), Napoli (2-3) e Venezia 1-0; un pilottò che risale ad aprile, poi l'incertezza più totale.

Ad oggi la classifica piange, e bisognerebbe entrare nell'ottica di lasciar perdere il palleggio o il riempire l'area ma andare sul concreto perché la Fiorentina è a solo +4 dalla retrocessione.

Poi avrei qualche domanda per il mister: Ha mai provato a leggere una partita ed agire di conseguenza? E perché sul 2-0 per la Lazio invece di mettere Cabral e magari un giocatore sulla trequarti tipo Saponara, cambia tutto il centrocampo e mette dentro Milenkovic?

Ogni tanto bisognerebbe anche osare, ma ormai non resta una cosa da fare per il mister: bisogna che guardi in faccia la realtà.

Commenti

FiorentinaUno, scarica gratis la nostra App per iPhone, iPad e Android!
FIFA, 10 mila euro al giorno per ogni calciatore che va al Mondiale