News

Conferenza Stampa, Italiano: "Covid? Ci siamo comportati responsabilmente. Vlahovic? Non sono situazioni su cui posso metterci bocca"

Qui le dichiarazioni di mister Vincenzo Italiano prima del match con l'Udinese

Dalla Sala Stampa Manuela Righini, dello Stadio Artemio Franchi, ha parlato il tecnico della Fiorentina, Vincenzo Italiano. Queste le sue dichiarazioni, prima della partita di domani sera, contro l'Udinese:

Contagi Covid nel calcio? “Siamo stati attenti per avere meno contagi possibile. Sfortunatamente abbiamo avuto due positivi. Noi ci siamo preparati per giocare il match. Non sappiamo se qualche ente deciderà di non far giocare la partita”.

Precauzioni prese dalla Fiorentina? “Abbiamo fatto che ritenevamo opportuno per non avere problemi. Ci siamo comportati nella maniera più corretta. Abbiamo fatto le cose da responsabili. Siamo contenti di come abbiamo superato questa difficoltà”.

Situazione Vlahovic? “Credo che sia solamente un ribadire la situazione che già c'era. Non vedo nulla di diverso. Per quanto mi riguarda, non sono situazioni su cui posso metterci bocca. Il ragazzo si sta comportando bene, come sempre. Solito Vlahovic. Solita situazione con mi preoccupa”.

Dragowski? “Il problema è superato, ma vediamo come agiremo. Quattro allenamenti sono pochi. Dobbiamo essere tutti pronti, le partite sono ravvicinate. Dobbiamo stare sul pezzo”.

Vaccino obbligatorio nello sport? “In tanti siamo alla terza dose. Io la farò nei prossimi giorni. Tutti ci dobbiamo adeguare”.

Partita con l'Udinese? “Se continua l'espandersi dei contagi, penso che si debba trovare un compromesso tra le istituzioni. Mettere delle regole precise. Bisogna deciderlo a livello di Lega anche. Bisogna trovare una soluzione. Così non si può andare avanti. Può capitare anche a noi”.

Ikoné? “Ragazzo motivato. Sa che deve conoscere il gioco velocemente. La prima cosa che gli ho detto in italiano sono i tre ordini che deve rispettare sul campo. E' abituato a giocare a certi livelli, ritmi. Ha qualità. Viene da esperienze importanti. Un acquisto importante. Diamogli il tempo di mettersi a passo cogli altri. Da oggi abbiamo una freccia in più di grande valore”.

Propositi per l'anno nuovo? “Dobbiamo migliorarci. Siamo stati di fare un girone di andata di livello. Dobbiamo crescere sotto tanti aspetti. Nessuno è perfetto. Dobbiamo limarli, limitarli. Per obiettivi dobbiamo cercare di confermarci”.

Mercato? “Di ragazzi che vogliano andar via, non penso che ce ne sia neanche uno. Il gruppo è coeso. Abbiamo cercato di dare minutaggio a tutti. In questo momento non ci sono campanelli dall'allarme da nessun ragazzo. Poi se verranno fuori situazioni, vedremo”.

Ikoné-Gonzalez? “Con Ikoné abbiamo un altro mancino in squadre. Questo ci permette di variare. Per Gonzalez non cambia niente giocare a destra. Così come per gli altri esterni offensivi adattarsi”.

Curva Fiesole? “Mi dispiace. La spinta della nostra gente è importante. E' la forza di una città intera”.

Commenti

Federsupporter: “La Serie A sta diventando una farsa. Governo e FIGC sospendano i campionato”
Martorano: “É molto probabile che l’Udinese non parta per Firenze”