News

Mansur, dopo il Palermo pronto ad acquistare un altro club

Il patron del Manchester City, Manṣūr bin Zāyed Al Nahyan, non si ferma più; dopo aver acquistato il Palermo adesso punta...

30.07.2022 15:00

(ANSA) - RIO DE JANEIRO, 30 LUG - La 'City Football Group', holding che fa capo al patron del Manchester City Manṣūr bin Zāyed Al Nahyan e che di recente, in Italia, ha acquisito il controllo del Palermo neopromosso in Serie B, sbarca anche in Brasile. Secondo quanto riferiscono i network di Rete Globo, ad agosto verrà infatti annunciato che il City Group entrerà a far parte della proprietà del Bahia, club attualmente al terzo posto, alla pari con il Gremio, della Serie B brasiliana. Al comando c'è il Cruzeiro che appartiene a Ronaldo Fenomeno, secondo è il Vasco da Gama che è invece del 777 Partners, il fondo americano che in Italia possiede il Genoa. Quanto allo sceicco Mansour, il Bahia sarà il dodicesimo club di cui diventerà azionista. Per ora possiede, con percentuali che vanno dal 100% delle azioni del Manchester City al 20% del giapponese Yokohama Marinos, dieci società calcistiche che sono il Manchester City in Premier League, il New York City nella Mls nordamericana, il Melbourne City in Australia, gli Yokohama Marinos nella J-League nipponica, il Girona neopromosso nella Liga, il Montevideo City Torque in Uruguay, il Sichuan Jiuniu nella Super League cinese, il Mumbai City in India, il Troyes in Francia, il Lommel in Belgio e il Palermo nella Serie B italiana. In più c'è un rapporto di partnership con il Club Bolivar, che coinvolge uno dei soci del City Group, ovvero Marcelo Claure, che è anche socio di David Beckham nell'Inter Miami. Quanto al Bahia, l'auspicio della Sceicco è che 'O Esquadrao' torni al più presto nella massima serie, dopo di che partirà un'imponente campagna di rafforzamento. Ma prima ci vuole la promozione in Serie A, e intanto la nuova proprietà garantirà che non verrà ceduto Davò, bomber della squadra e beniamino della 'torcida'. (ANSA).

Commenti

FiorentinaUno, segui i nostri profili social: Instagram, Facebook e Twitter
Rasmussen, le prime parole da giocatore del Feyenoord