News

Giorgetti: "Toro imprevedibile, Gonzalez può fare la differenza"

Angelo Giorgetti in un intervista a TorinoGranta.it ha parlato della sfida di stasera tra Fiorentina e Torino

Angelo Giorgetti in un intervista a TorinoGranta.it ha parlato della sfida di stasera tra Fiorentina e Torino. Vi offriamo un estratto dell'intervista

Ecco le parole del giornalista de La Nazione: “Come arriva la Fiorentina? Ci arriva dopo una sconfitta abbastanza netta sul campo della Roma. Una sconfitta in cui  la squadra ha mostrato un certo nervosismo, l’espulsione di Dodô dopo 23 minuti ne è la prova. La partita contro il Torino, secondo me, ha un valore relativo nel senso che in campionato entrambe le squadre sono abbastanza distanti dalle posizioni che contano e anche da quelle che potrebbero aggiungere dei brividi per cui sarà importante capire quello che succederà il 1° febbraio nei quarti di finale di Coppa Italia, quella sarà ancora più importante soprattutto per la Fiorentina perché, come dicevo prima, in campionato quest’anno le aspettative non sono state rispettate. Il Torino? E' una squadra strana, nel senso che non è riuscita a trovare continuità, un po’ come la Fiorentina. Nessuno ne discute il talento e ci sono tanti giocatori che possono fare la differenza e come a Firenze anche lì c’è un po’ il problema della finalizzazione. Il Torino merita sempre rispetto. Sappiamo che non c’è un rapporto esattamente ideale fra le proprietà, e mi tengo basso, mentre invece c’è il gemellaggio storico che dal punto di vista dei tifosi rende tutto più semplice per quanto riguarda l’approccio alla partita. Problemi in fase realizzativa? Per quanto riguarda la Fiorentina Italiano dall’inizio dell’anno parla di una sterilità offensiva per cui il problema non è noto, ma arcinoto. Da quando se n’è andato Vlahovic, ormai è passato un anno, non è stato trovato un interprete in grado di sostituirlo per quanto riguarda il gioco di Italiano. Fra l’altro ora c’è anche Cabral che aveva mostrato in essere in sede di ripresa, ma è infortunato e Jovic non è esattamente una prima punta per cui in attacco Italiano ha cercato un po’ di adattare degli interpreti. Chi può fare la differenza sta sera? Un giocatore che, secondo me, potrebbe fare la differenza è González, anche perché lo abbiamo visto che quando è entrato a Roma ha la risorsa del giocatore di classe superiore, non ha ancora a disposizione tutti i mezzi fisici, però ha colpi di classe”.

 

Commenti

Qui Torino: 5 assenti contro la Fiorentina
AVV. Alfano:"Calciopoli potrebbe non essere niente in confronto"