Alberto Polverosi dice la sua in vista di Fiorentina-Inter.

Questo il suo commento:

"Come si può fermare una squadra del genere? Cerchiamo di...immaginarlo. Se la Supercoppa sarà letta da Italiano come una base da cui partire, la prima idea diventa la difesa a tre/cinque. Nella semifinale la Lazio ha affrontato l’Inter con la sua stretta difesa a quattro, lasciando così uno spazio esagerato a Dimarco e Darmian: quando l’Inter cambiava campo, la difesa laziale non aveva mai il tempo di scivolare da una parte all’altra. Anche per questa ragione Sarri ha preso l’imbarcata. Mazzarri, che aveva sperimentato per la prima volta nel Napoli la sua storica linea a tre nella semifinale precedente proprio contro la Fiorentina, si è ripetuto contro l’Inter. Contro i viola sugli esterni c’erano due terzini, Mazzocchi a destra e Mario Rui a sinistra, contro l’Inter ha “osato” un po’ di più, ha spostato Mazzocchi sulla sinistra ma sulla destra ha schierato un attaccante esterno come Zerbin. L’Inter ha creato più del Napoli perché la condizione era tutta a favore dei nerazzurri e perché a Mazzarri mancavano Anguissa e Osimhen, ma non ha mai mostrato lo stesso strapotere tecnico e tattico visto contro la Lazio. La Fiorentina ha sistemato la difesa a tre per la prima volta contro il Bologna in Coppa Italia e quella potrebbe essere la strada da seguire anche contro l’Inter. Tre difensori centrali (con Ranieri: rinunciarvi sarebbe un errore) per marcare in superiorità numerica i due attaccanti interisti e tre centrocampisti (Bonaventura sta dietro le due punte, ma in realtà è un centrocampista totale) per restare sempre dentro la partita."

fio

Leggi anche:

https://www.fiorentinauno.com/news/442535677446/kalayci-piace-alla-fiorentina-ecco-chi-e-il-centrocampista?et

Fiorentina-Inter, diretta TV e streaming LIVE gratis: dove vedere Serie A
Mercato e Fiorentina: spunta un altro Rodriguez. I dettagli

💬 Commenti