Olympiakos
Olympiakos

Intervistato dal sito ufficiale Uefa, l'attaccante dell'Olympiacos ha parlato delle ambizioni della sua squadra.

Le sue parole

La mia infanzia è stata normale. Vengo da Derb Mila, un quartiere umile di Casablanca. Ho iniziato a giocare per strada e, con diligenza e determinazione, ho trovato la mia strada. Durante le vacanze scolastiche facevo lavori occasionali, principalmente il falegname. Ho pulito tappeti, venduto sale. Ho lavorato molto per mantenermi e ne sono orgoglioso: mi ha insegnato che la vita non è facile

 

Mendilibar_foto sito ufficiale Olympiakos
Mendilibar_foto sito ufficiale Olympiakos

 

Sulla finale di Conference

Quando ho ricevuto la chiamata dell'Olympiacos, l'ho vista come una sfida personale. È un club prestigioso, che lotta per il titolo nazionale e partecipa sempre alle competizioni europee. Grazie ad Allah, abbiamo raggiunto la finale e siamo a un passo dalla gioia più grande: alzare la coppa! È un sogno che spero si realizzi il 29 maggio. La partita con l'Aston Villa? Tutto è andato bene in Inghilterra, davanti a molti tifosi. Prima non eravamo mai arrivati neanche in semifinale, figuriamoci in finale. Eravamo tutti orgogliosi e felici, specialmente quando la gente ci ha accolto all'aeroporto. Non solo i nostri tifosi, ma tutti i greci sono orgogliosi di noi. Il mister Mendilibar è arrivato in un momento molto difficile. Ha molta esperienza, perché ha allenato tante squadre e ha vinto l'Europa League con il Siviglia. Mi ha dato molta fiducia, mi mette a mio agio in campo e mi ha dato più libertà. Lo ringrazio, insieme all'intero staff".

 

Le indicazioni di Mendilibar

Come riportato dal quotidiano Sportime.gr l'allenatore dell'Olympiacos Mendilibar in vista della finale di Conference League di mercoledì sta continuamente richiamando l'attenzione dei suoi giocatori su tre elementi in particolare della Fiorentina: Gonzalez, Dodo e Nzola. Mendilibar non smette di  ricordare ai suoi giocatori quanto sia pericolosa e di qualità la formazione della Fiorentina, cercando di riproporre gli schemi attuati dalla squadra guidata da Italiano. Molto probabilmente  il tecnico spagnolo punterà ad ingabbiare la Fiorentina così come fatto nella partita contro l'Aston Villa. Ovviamente, la speranza è che tutto ciò non accada in questa circostanza. 

 

Fiorentina, occhio a Benfica e Milan per Ezequiel Fernández
Lo Monaco: "Palladino è pronto per essere il nuovo allenatore della Fiorentina"

💬 Commenti

Edito da SoccerCommunication via Senese 230, Firenze (FI)

P. IVA 02014030676
Iscrizione Registro Imprese di Firenze: VRNLRD79L14E058I

Testata Giornalistica Registrata al Tribunale di Firenze Numero:
5993 del 6 Maggio 2015
Iscrizione ROC 31459
Direttore Responsabile: Alfredo Verni

Powered by Slyvi