FOTO IG Dusan Vlahovic @Vlahovicdusan
News

Pierini: "Vlahovic? Non credo ad un suo ripensamento. Ikoné? Crea squilibrio nelle difese avversarie. Su Fiorentina-Udinese..."

L'ex viola si è espresso sulla Fiorentina e sulla prossima partita che vedrà i gigliati impegnati contro l'Udinese

In esclusiva a Tuttomercatoweb ha parlato l'ex Fiorentina, Alessandro Pierini. Queste le sue dichiarazioni:

Vlahovic?"Credo che ormai a gennaio non andrà via ho sempre pensato che il suo addio sarà a giugno. Non credo ad un suo ripensamento anche perché lo vedo molto competitivo. I giocatori come lui vogliono provare a vincere e puntare a qualcosa di molto importante senza nulla togliere alla Fiorentina che sta facendo un ottimo campionato e in futuro sarà ancor più protagonista che in passato. Credo che Vlahovic voglia ambire ad altro ma ripeto non penso vada via a gennaio sia per le richieste economiche lecite della società sia perché in fondo per lui è meglio terminare la stagione a Firenze e poi valutare. In Italia comunque pochi club o forse nessuno può sborsare certe cifre. Credo andrà all'estero".

Ikoné? "Mi pare il classico giocatore che crea superiorità numerica, obbliga l'avversario al raddoppio di marcatura, crea squilibrio nelle difese avversarie. E' un giocatore imprevedibile che ti porta a far fallo, è molto interessante".

Fiorentina-Udinese? "Quando ho appreso dell'esonero di Gotti sono rimasto interdetto perché lo ritengo bravo anche a gestire il gruppo. Poi è chiaro che i risultati parlano: è arrivato un bel pari col Milan e una vittoria fuori casa netta. Al tempo stesso va detto che l'Udinese ha dei valori, i giocatori che possono creare difficoltà agli avversari ci sono a partire da Beto che è una forza della natura. E' un diamante grezzo, quando parte in progressione fa male. Deulofeu se sta bene è un giocatore forte nell'uno contro uno, ha qualità al pari di Pussetto. La squadra insomma ha individualità notevoli. Per la Fiorentina sarà una partita non facile: i viola comunque finora hanno sbagliato poco e meriterebbero anche qualche punto in più. La squadra di Italiano deve stare attenta a non perdere la concentrazione, è superiore, gioca bene e crede in quel che fa. C'è da dire che dopo la sosta le partite sono un po' anomale ed è tornato il problema covid che nelle prossime giornate condizionerà il campionato. In ogni caso è una Fiorentina da Europa per quel che sta dimostrando come gioco e come valori. Sono tante le squadre che cercheranno di entrare in Europa League ma i viola hanno tutto per lottare con Roma e Lazio".

Commenti

Papalato, l'allenatore della Fiorentina Under 18: "Qui alla Fiorentina si lavora bene e in simbiosi con la società"
FiorentinaUno, segui i nostri profili social: Instagram, Facebook e Twitter