Kurt Hamrin_Crediti: Account ufficiale Twitter della Fiorentina
Kurt Hamrin_Crediti: Account ufficiale Twitter della Fiorentina

Il messaggio di cordoglio della Federazione svedese sul proprio sito ufficiale a Kurt Hamrin.

Hamrin

Questa la nota riportata

"Il calcio svedese ha perso uno dei suoi più grandi. Kurt 'Kurre' Hamrin è morto dopo una lunga malattia, all'età di 89 anni. Il curriculum di Hamrin è alquanto irreale. Primo svedese a vincere la Coppa dei Campioni. Selezionato nella FIFA World Team nel 1967. Ancora tra i primi 10 gol di tutti i tempi in Serie A. Campione di Serie A, due volte campione della Coppa delle Coppe. Nominato "Leggenda del 20° secolo" dall'AIK, la sua squadra di casa. E per la nostra parte svedese, forse soprattutto: argento ai Mondiali del 1958 e QUEL gol contro la Germania Ovest in semifinale.

Hamrin ha collezionato 32 presenze in nazionale e 17 gol con la Svezia. Meno noto è che Hamrin ha giocato anche altre due partite internazionali con la Svezia: nell'hockey su ghiaccio...

Ma non sono stati solo i trascorsi, i gol, i passaggi e il duro lavoro sulla fascia destra a rendere "Kurre" una leggenda mai dimenticata. Era una persona leale e popolare ovunque giocasse.

Nato (1934) e cresciuto a Huvudsta, a un paio di passi da Råsunda, Kurt "Kurre" Hamrin ha iniziato la sua carriera nella squadra maschile della scuola Huvudsta. All'AIK il passo è stato breve, dove Hamrin ha esordito a 17 anni. I suoi gol dalla fascia (54 gol in 62 partite dell'Allsvenskan) lo resero capocannoniere nel 1954-55 e trasformò l'AIK da una squadra di divisione II in una squadra da medaglia dell'Allsvenskan.

Hamrin era alto appena 170 cm ma dominava il suo vantaggio con velocità, senso del gioco e dribbling. Era più o meno altrettanto pericoloso con entrambi i piedi e, combinato con il suo stile da gol, lo stile di gioco è diventato praticabile a livello internazionale.

Conclude così

Nel 1956 il passaggio alla Juventus, dove Hamrin entrò a far parte della prima generazione di professionisti svedesi dell'Italia. Ci sono state anche le partite di Padova e Napoli, grandi successi al Milan ma soprattutto nove stagioni alla Fiorentina. Hamrin divenne uno dei più grandi di tutti i tempi della Fiorentina, e fu sempre a Firenze che lui e sua moglie Marianne si stabilirono quando la sua carriera da giocatore finì nel 1972.

I legami con la Svezia divennero visite annuali ai nipoti e agli spalti onorari dell'AIK. Quando il ricordo del Campionato Mondiale del 1958 fu celebrato in grande stile al Football Gala e al Råsunda nel 2008, Hamrin fu uno dei partecipanti più felici e attivi.

Il calcio svedese ricorda Kurre Hamrin con grande calore e gratitudine. I nostri pensieri sono con la sua famiglia e i suoi cari in questo momento".

Se vuoi approfondire tutte le tematiche sul mondo della Fiorentina senza perdere nessun aggiornamento, rimani collegato con FiorentinaUno.com per scoprire tutte le news di giornata sui viola in campionato e in Europa.

Polverosi: "L'analisi di Italiano a fine partita preoccupa. I cambi.."
Comotto: "Nella Fiorentina mi sentivo una parte importante. Ovrebo? Errori troppo grandi per.."

💬 Commenti