ll giornalista Stefano Cecchi ha analizzato il pareggio di ieri tra Fiorentina e Udinese. 

Ecco le sue parole:

“L’ultima volta è stata con la Salernitana. Era il 3 dicembre scorso e la Fiorentina travolse la squadra campana con un 3 a 0 frutto di quel calcio avvolgente tutto bollicine che era stato il marchio di fabbrica della squadra di Italiano. Calcio prosecco. Da allora è stato altro. La Fiorentina ha vinto ancora ma lo ha fatto in maniera diversa, con un football più acciottolato e sconnesso che a molti ha ricordato il corto muso allegriano. Anche ieri quella squadra rotonda ed elettrica di un tempo la si è vista solo per qualche minuto del secondo tempo, coinciso (e probabilmente non a caso) con l’ingresso di Arthur in campo. Lasciandoci un dubbio di fondo: la Fiorentina gioca così perché Italiano ha deciso di cambiare rotta tattica o perché alcuni protagonisti, soprattutto del centrocampo, sono in debito di ossigeno? Un dubbio che si accompagna a un altro quesito al quale, analogamente, chi scrive non sa dare una risposta. Ovvero: il punto di ieri va considerato come un bicchiere mezzo pieno o uno mezzo vuoto?”

ita

Potrebbe interessarti anche:

https://www.fiorentinauno.com/news/459178675718/barak-al-napoli-ecco-le-condizioni-della-fiorentina

Napoli-Fiorentina, streaming gratis e diretta tv in chiaro? Dove vedere Supercoppa italiana
Brekalo e Vargas legati da un filo. Ecco le ultime notizie

💬 Commenti

Edito da SoccerCommunication via Senese 230, Firenze (FI)

P. IVA 02014030676
Iscrizione Registro Imprese di Firenze: VRNLRD79L14E058I

Testata Giornalistica Registrata al Tribunale di Firenze Numero:
5993 del 6 Maggio 2015
Iscrizione ROC 31459
Direttore Responsabile: Alfredo Verni

Powered by Slyvi