Italiano conferenza stampa CANVA
Copertina

Italiano: "Felice della mia squadra. La concretezza arriverà"

Alla vigilia di Fiorentina-Verona mister Vincenzo Italiano presenta il match in conferenza stampa alla presenza dei giornalisti

E' la vigilia di Fiorentina-Verona e mister Vincenzo Italiano presenta il match in conferenza stampa presso la sala “Manuela Righini” dello Stadio Artemio Franchi di Firenze.

Qual è la sua preoccupazione maggiore?

Io penso che una partita come quella disputata come la Juve, deve lasciare tantissimo. Possiamo essere una squadra di altissimo livello e non lasciarci condizionare dall'avversario. Possiamo fare grandi cose. Noi continuiamo con alti e bassi. Ma io non penso che non debba lasciare scie negative. Verona? Arriva carica, pronta. Il mio timore è nei confronti dell'avversario.

Gonzalez e Piatek?

Gonzalez non ha giocato perché è stato tre giorni con la febbre. Lo abbiamo riempito di farmaci e ha dato la disponibilità. E' un eroe. Piatek? Non è mai semplice. L'altra sera ha giocato contro calciatori di alto livello. Ci sono momenti in cui fatichi e altri momenti in cui lui si fa trovare pronto. Va in basa all'avversario che affrontiamo. Mi ha colpito la sua volontà di far bene e la sua professionalità. Domani i nostri attaccanti dovranno essere concreti.

Concretezza dell'attacco?

Il mio cruccio è di creare tanto ogni gara e concedere poco. Nelle ultime partite lo abbiamo fatto, ma è anche un fattore di decisione. Non è scontato creare tutte queste situazioni da gol. Bisogna stare concentrati. Ma io sono felice della mia squadra. Sono convinto che la concretezza arriverà. Vedo la mia squadra in crescita e consapevole dei suoi mezzi.

Se siamo squadra da Europa?

Confermo il fatto che noi stiamo nelle posizioni europee e lotteremo per restarci. Non siamo partiti con questo obiettivo, ma in corsa stiamo dimostrando di essere più bravi di quello che qualcuno pensava. Dobbiamo lavorare per difendere quello che di buono abbiamo fatto. Se dovessimo riuscire a migliorare le poche lacune che abbiamo, possiamo anche migliorare la nostra classifica.

Castrovilli?

E' in grande crescita. Consapevole ancor di più dei suoi tantissimi mezzi. Nelle ultime partite è ritornato il Castrovilli che conoscevamo. Ve lo dicevo perché non può uno come lui non innalzare il livello delle prestazioni. Lui può essere centrocampista, mezz'ala. Lo vedo in crescita. E se non si accontento, può far vedere cose che lui ha. Noi stiamo aspettando il Castrovilli che è la ciliegina sulla torta di questa squadra.

Verona?

E' una squadra che in verticale fa paura. Ha due attaccanti che attaccano la profondità. Sta facendo molto bene. Ha abituato tutti a prestazioni di alto livello. Tudor? Sta facendo un grandissimo lavoro. Sta dimostrando grandi capacità. Complimenti a lui e alla sua squadra.

Odriozola e Terracciano-Dragowski?

Odriozola lo recupereremo settimana prossima. Drago o Terracciano? Ci penserò stanotte. L'altra volta ha portato fortuna

Igor?

Mi fa piacere sentire che ci sono giocatori in crescita. Penso che anche lui abbia grandi margini. Ha fisicità invidiabile. Se anche lui si convince del suo potenziale, può diventare un ottimo calciatore. Sono contento, perché è un professionista serio.

Fiorentina?

La partita di mercoledì è stata una grandissima partita. La squadra ha giocato alla pari con una delle migliori squadre d'Europa. In alcuni momenti siamo stati anche superiori a loro. Se devo trovare il pelo nell'uovo, noi dobbiamo concretizzare di più.

Venuti?

Sono contento che ha la possibilità di far vedere che quello sia stato un piccolo incidente. Non è stata colpa sua. Sapete quanto ci tiene. Quanto sente questa maglia. Domani mostrerà che è un giocatore di livello. Quello contro la Juve è un episodio che non lo influenzerà. Sono convinto che lui possa essere protagonista contro il Verona.

Commenti

FiorentinaUno, segui i nostri profili social: Instagram, Facebook e Twitter
PRIMAVERA, Le formazioni ufficiali di Fiorentina-Hellas Verona