Come di consueto, ogni domenica parte il commento del solito Benedetto Ferrara che sulle pagine de La Nazione analizza il cambiamento di Italiano in questi ultimi mesi. 

SEGUICI ANCHE SU INSTAGRAM

Le sue parole

Queste le parole di Ferrara:"Da Zeman al Trap: il ’salto’ di Vincenzo", è il titolo del commento in cui il giornalista spiega: "È stato un 2023 pieno di emozioni: un up&down (più down & up, ad essere precisi), iniziato con un coro (“fate ridere”) in un gennaio non facile seguito da una resurrezione che da Verona in poi ha riportato la Fiorentina in Europa, grazie anche al celebre stile Juve, chiuso da tre vittorie di corto muso e una classifica da urlo per la felicità dei tifosi e di Italiano, novello Malesani impazzito a fine partita sotto la curva. Nel mezzo tante storie, comprese due finali, con quella di Praga diventata col tempo la madre del mutamento esistenziale di un allenatore che da discepolo di Zeman si è trasformato in un update del Trap. Come dire: il fine giustifica i mezzi. Tanto che se la domanda è: meglio perdere giocando bene o vincere con molto senso pratico, la risposta è scritta nella domanda stessa, che messa così sembra abbastanza idiota. Bravo Italiano".

 

italiano
Napoli-Fiorentina, streaming gratis e diretta tv in chiaro? Dove vedere Supercoppa italiana
Del Re: "Si resti a giocare al Franchi durante i lavori"

💬 Commenti