Danilo Iervolino
Danilo Iervolino

Il presidente della Salernitana, Danilo Iervolino, ha parlato a Tuttosport del bel legame con Joe Barone.

Il legame tra Barone e Iervolino

Sono stato al Viola Park, dove ho dato l’ultimo saluto a Joe Barone. Ero molto legato a lui, c’erano moltissime affinità e in generale con la Fiorentina di Commisso. Joe voleva ammodernare il calcio e tante volte avevamo condiviso i punti cardine su cui basare un’idea nuova di calcio, che ha bisogno di cambiare sotto molti punti di vista

Su cosa dovrebbe cambiare il calcio? Il punto di vista di Iervolino

Riforma del rapporto contrattuale con i giocatori; la possibilità di inserire una regola che non consenta l’iscrizione ai campionati a chi non può garantire la sostenibilità; una riforma del sistema arbitrale che, non per fare polemica, ma sta scontentando quasi tutti e secondo me dovrebbe rinnovarsi pensando ad esempio di creare un albo professionale ad hoc ; il rapporto con gli agenti che deve essere rivisto con interessi allineati; una maggiore convergenza in Lega per riuscire a creare un sistema, pur nella sana concorrenza. 

Joe Barone

“Noi trattiamo come “dipendenti” quelli che nella sostanza sono dei professionisti”

Il tipo di rapporto attuale è il vero male del calcio, perché noi trattiamo come “dipendenti” quelli che nella sostanza sono dei professionisti, alla stessa stregua di medici, avvocati, commercialisti, professionisti dai quali ci si può allontanare, se vengono a mancare i risultati o il rapporto di fiducia. Mentre con i calciatori non è così: loro hanno tutte le tutele e per le squadre ci sono solo doveri. È un meccanismo non più sopportabile, il calcio evolve in modo veloce, bisogna adeguarsi

Se vuoi approfondire tutte le tematiche sul mondo della Fiorentina senza perdere nessun aggiornamento, rimani collegato con FiorentinaUno.com per scoprire tutte le news di giornata sui viola in campionato e in Europa.

Sottil o Ikoné, chi ha deluso di più? I due giocatori al radar
Il nuovo assetto societario della Fiorentina e le parole di Commisso: il comunicato

💬 Commenti