News

Italiano: "Gonzalez non è al 100% bisogna rispettarlo. Sulle parole di Bonaventura..."

Presso la sala stampa "Manuela Righini" del Franchi parla mister Vincenzo Italiano alla vigilia di Fiorentina-Basaksehir

Alle ore 13.30 di oggi Vincenzo Italiano parlerà in conferenza stampa dal Franchi alla vigilia del match Fiorentina-Basaksehir. In sua compagnia troveremo un tesserato viola.

Ore 13.25 - In attesa dell'arrivo di mister Vincenzo Italiano presso la sala stampa “Manuela Righini'”

Ore 13.30 - Comincia la conferenza stampa 

"Domani dobbiamo cercare di vincere la partita e mettere in difficoltà gli avversari, cosa che non abbiamo fatto all'andata. Dobbiamo fare più gol possibili, lo sappiamo. Sarà una gara tosta. Il Basaksehir gioca bene a calcio, poi vediamo quello che accadrà a livello di classifica".

"Nico Gonzalez? Non sarà a disposizione per domani, non è ancora al 100%. Il dolore che ha accusato non lo fa star bene. Io ascolto i miei ragazzi e le loro sensazioni. Lui al momento non si sente di scendere in campo. Ma non credo che ci sia uno o più giocatori che pensano a un evento come il Mondiale: nessuno può pensare di non giocare con la propria società per tutelare qualcosa che deve ancora arrivare. Nico è un ragazzo genuino e che per giocare vuole stare al 100%. Deve essere rispettato".

"Che Başaksehir incontreremo? Saremo messi alla prova contro una squadra che subisce poco e che in Conference non ha subìto ancora un gol. Dovremo provare a scardinarli".

"Come sostituire lui e Sottil? I ragazzi che sono a disposizione sanno che devono dare tutto, in base al bisogno. Conta l'atteggiamento che deve essere diverso dall'approccio e dai minuti finali contro l'Inter. Stiamo studiando varie soluzioni in avanti e se iniziamo sfruttare tutte le nostre qualità questo può essere un vantaggio. I turchi sanno dove farti male ma intanto noi ripartiamo dalle certezze".

“Le parole di Bonaventura? Ho parlato con lui, ha detto quello che ci stiamo dicendo da inizio anno. Ci dobbiamo dare tutti una svegliata visto che quel calcio che lo scorso anno ci ha fatto fare bene ora per demerito nostro non ci sta facendo ottenere quello che vogliamo. Le sue parole devono stimolare tutti, a partire da lui”

“Nuovo assetto in attacco? Abbiamo dato qualche segnale nelle ultime gare a livello di gol segnati: 5 agli Hearts, 3 all'Inter. Non è poco. Però dobbiamo essere più equilibrati, ci stiamo lavorando. Il nostro sistema è consolidato e ci conosciamo bene”.

“Zurkowski? Da inizio stagione avrà fatto sì e no 10-12 allenamenti con la squadra: al ritiro si è fatto male, ha ripreso a lavorare e ha avuto una ricaduta. Nessuno gli preclude nulla, ma questa è la situazione attuale. Cabral anche non è mai stato al 100%, e qualcuno parlava di ”caso Cabral".

Commenti

FiorentinaUno, scarica gratis la nostra App per iPhone, iPad e Android!
Milenkovic: "Sono certo che i tifosi ci sosterranno, per noi è importante"