17 LUGLIO 2021 RICCARDO SOTTIL
News

SOTTIL, Il padre Andrea: "Contento per il rinnovo, se lo merita. Lui rispetto a Vlahovic..."

14.10.2021 15:33

E' intervenuto ai microfoni di Radio Toscana l'allenatore dell'Ascoli, e padre di Riccardo, Andrea Sottil: Rinnovo di mio figlio Riccardo fino al 2026? Sono molto contento per lui. Ha sempre voluto rientrare alla Fiorentina. Ha fatto il proprio percorso qui, poi è andato a fare le sue esperienze ed oggi vederlo legarsi alla Fiorentina per 5 anni è bello. L'ha voluto fortemente per ripagare la fiducia dimostratagli da ACF. Gliel'ho detto anch'io ieri che questo deve essere un punto di partenza e non di arrivo. Differenze con il caso Vlahovic? Queste cose non le posso giudicare. Ognuno ha la propria storia e le proprie strade tracciate. Non è mio compito esprimere un giudizio, io posso dire però che Riccardo ha un grande senso d'appartenenza. Se lo aspettava Riccardo questo rinnovo? Lui sa benissimo che queste cose vanno guadagnate. Sa benissimo cosa voglia dire conquistarsi il posto e mantenerselo. Penso che nel momento in cui ACF faccia un contratto così lungo, l'intenzione sia quella di valorizzarlo e cercare di creare insieme un giocatore forte e sempre più completo. Poi sta a lui rispondere con prestazioni all'altezza quando lo chiama Italiano. Cosa mi piace e cosa mi fa arrabbiare di mio figlio? Mi piace questa sua capacità di puntare sempre l'uomo. Quando prende palla vuole creare superiorità e saltare l'uomo. Deve essere più incisivo negli ultimi metri secondo me. A Cagliari l'ha anche dimostrato a volte con bei gol. Lui ce l'ha, deve solo lavorarci di più. Cosa mi auguro nella mia carriera e cosa vedo in Italiano? Io sto facendo il mio percorso dopo tanta gavetta. Quello che mi sto conquistando lo sto facendo con il lavoro. Qua ad Ascoli vogliamo toglierci parecchie soddisfazioni. Italiano ha una forte identità e l'ha già dimostrato nei primi mesi. E' un valore aggiunto per me”.

Commenti

FIORENTINAUNO, Segui i nostri profili Social: Instagram, Facebook e Twitter
VLAHOVIC, Graziani: "Per me può andare dove vuole, l'importante è che..."