Barone
News

BARONE: "Orgogliosi di Italiano. Vlahovic? Mi dispiace che si parli solo di lui. La Fiorentina sono anche gli altri giocatori. Su PIF..."

21.11.2021 18:30

Ai microfoni di Radio24 ha parlato l’Amministratore Delegato della Fiorentina, Joe Barone: “Milan? Siamo contenti per i nostri tifosi. Ieri il Franchi era di grandissimo livello. Siamo contenti per Rocco Commisso. E siamo contenti di aver scelto Vincenzo Italiano. Ma ci dispiace che qualcuno in città non scriva la verità e voglia creare polemiche. Italiano? Lo abbiamo scelto per la sua filosofia di gioco e per il suo carattere. Dal primo giorno lui ha voluto prima vedere i nostri giocatori e poi da lì abbiamo iniziato un lavoro molto preciso. Questa è stata una scelta della società, del mister e dei giocatori che credono nelle idee del tecnico. Obiettivi? Il campionato è lungo. Ci sono alti e bassi. Noi crediamo in quello che facciamo. Continuiamo a lavorare. Poi abbiamo una tifoseria di altissimo livello e molto attaccata alla squadra. Dimensione a cui la Fiorentina punta? Tutti sogniamo il massimo. Non vogliamo deludere nessuno e sappiamo il lavoro che dobbiamo fare. Sicuramente vogliamo fare meglio dell’anno scorso. Vlahovic? Mi dispiace che si parla solo di lui. Come se la Fiorentina non fosse anche Saponara, Biraghi, ecc. Io vorrei evitare di parlarne. Ma tengo a precisare che quando l’anno scorso Prandelli prese la squadra, parlammo col mister per far avere una continuità a Dusan. Il merito è in primis della società e poi ovviamente della squadra. Vicenda stadio? Qui in Italia è una lunga storia. Stiamo per finire il Viola Park. Forse se ci avessero lasciato fare il restyling del Franchi, oggi potrei dirvi che mancherebbe qualche mese alla fine del progetto. È un peccato, ma col Viola Park abbiamo portato in fondo un gran progetto. Non ci aspettavamo tutti questi blocchi. Dobbiamo lavorare perché lo sport italiano in generale abbia delle buone strutture. PIF? Penso di essere stato abbastanza chiaro sullo smentire questa situazione. Buttata fuori senza una prova. È stata creata l’ennesima destabilizzazione per l’ennesima volta. Peccato dover leggere che dopo due anni di investimenti di Rocco Commisso, qualcuno abbia voluto far questo. Siamo innamorati del calcio italiano e di Firenze. Non molliamo e andiamo avanti. A questi livelli ci sono sempre le banche e le istituzioni finanziarie che non escono fuori dai giornalisti, ma da istituzioni private. Noi siamo convinti di Firenze e dei tifosi della viola”.

Commenti

FiorentinaUno, segui i nostri profili Social: Instagram, Facebook e Twitter
Rassegna stampa, Le prime pagine dei quotidiani sportivi