Foto Twitter ACF
Primavera

I giovani viola, il futuro a portata di mano

La Fiorentina prepara il nuovo anno, intanto diamo un'occhio alle baby promesse viola

La Fiorentina pensa al futuro e lo guardando ai suoi giovani. Le amichevoli invernali sono state un modo, anche per mister Italiano di farsi un'idea dei sui ragazzi. Il settore giovanile viola è da sempre uno dei più importanti in Italia e molti, tra i ragazzi usciti dalla “cantera”, sono diventati giocatori importanti nel panorama calcistico italiano. Oggi il club continua a sfornare talenti, da Bianco a di Stefano passando per Martinelli e Favasulli.

Bianco: Classe 2002, ha dimostrato durante le amichevoli, quando chiamato in causa di avere le capacità pe giocare con i grandi. Tecnica, capacità d'inserimento e un ottima visone di gioco lo contraddistinguono. Il suo futuro per il momento sembra lontano da Firenze con diversi club di B e l'Hellas Verona in Serie A che starebbero pensando a lui. Il prestito fino a fine stagione, per “farsi le ossa”, sembra l'ipotesi più azzeccata.

Martinelli: Portiere classe 2006 per 1,94 di altezza. Nel campionato primavera, sotto gli occhi vigili di Roberto Aquilani, sta dimostrando grandi margini di crescita e già da questa estate con il ritiro a Moena aveva dato prova delle sue abilità. Convocato una volta in stagione fino a questo momento, potrebbe il prossimo anno coronare il sogno di entrare definitivamente a far parte della prima squadra.

Di Stefano: Attaccante classe 2003. Duttile capace di giocare sia in zona centrale che da Falso 9, sta continuando a crescere dimostrando di avere le carte in regola per lavorare con i grandi. L'esordio in Conference League è stato un premio per il duro lavoro svolto fino a questo momento.

Pierozzi: Terzino destro classe 2001, è attualmente in prestito alla Reggina in Serie B dove sta dimostrando di possedere grandi capacita, fino a questo momento 18 presenze con 2 gol e 2 assist. Secondo transfermark inoltre il suo valore è più che raddoppiato passando da i 500 mila euro di inizio stagione ai 1,5 milioni di adesso. Un piccolo tesoretto che la viola farà bene a tenersi stretto. Durante la prossima stagione potrebbe tronare a vestire la maglia gigliata al posto di Venuti che perderebbe a quel punto il suo posto.

Favasulli: Centrocampista esterno e all'evenienza terzino il classe 2004 sta dimostrando con la primavera tutte le sue doti. Grande corsa e tecnica lo rendo un giocatore duttile e moderno, capace di giocare in più ruoli. La viola lo tiene d'occhio. 

Kayode: Terzino destro classe 2004. Nel campionato primavera ha dimostrato tutte le sue capacità di corsa e sprint. Con un passato già tra i professionisti della Serie D ad appena 16 anni ha sicuramente un livello di esperienza superiore agi altri e Roberto Aquilani lo sa. Capace di giocare su entrambe le fasce si allena spesso con i grandi sotto gli occhi di Vincenzo Italiano. Vedremo nel girone di ritorno se ci potrà essere spazio anche per lui.

Commenti

FiorentinaUno, scarica gratis la nostra App per iPhone, iPad e Android!
L'Equipe sceglie la formazione dell'anno: un solo "italiano" presente