Foto di Giacomo Morini ©
Rassegna stampa

Europa, Italiano e tutta Firenze ci crede

Oggi match delicato ma alla portata della squadra di Italiano che ci crede fortemente, sia nella sua squadra sia nelle sue idee

Oltre l'orizzonte si intravede il traguardo. Mancano ancora sei curve, alcune molto strette, e saranno quelle decisive ma da adesso in poi è tutto, o quasi, nelle mani di Vincenzo Italiano e della sua Fiorentina. L’Europa è possibile e l’eliminazione dalla Coppa Italia, a un passo dalla finale, dovrà rimanere come un punto d'inizio e non di arrivo, un segnale e un ricordo per portare la giusta maturità. Qualche mese fa in pochi avrebbero scommesso sulla possibilità di ritrovarsi a questo punto della stagione nel bel mezzo della corsa per un piazzamento europeo, addirittura pensare che sia possibile a meno di un mese dal termine del campionato sperare di entrare in Champions League.. Eppure la Fiorentina è presente e reale, e sta andando davvero forte: sei risultati utili consecutivi, tre vittorie di fila, 20 punti nelle ultime 9 gare

Ecco perché, al netto delle assenze specie a centrocampo e di un avversario che si giocherà il tutto per tutto di fronte a 20 mila spettatori tornati a sperare nella salvezza, la squadra di Italiano non dovrà dimenticare che se è arrivata in questa posizione a poche curve dal termine, un motivo ci sarà. È nell’identità, nella forza delle idee di gioco, in quella di un gruppo dove ogni singolo elemento spinge per raggiungere l’obiettivo. A riportarlo è l'edizione odierna de La Repubblica.

Commenti

FiorentinaUno, segui i nostri profili social: Instagram, Facebook e Twitter
Fiorentina, torna Milenkovic in difesa