Italiano (ph. G.Morini)
Italiano (ph. G.Morini)

L'ex giocatore e allenatore della Fiorentina Claudio Piccinetti ha parlato a Lady Radio in vista della partita di stasera contro l'Atalanta

Complimenti all'Atalanta

A Napoli i nerazzurri hanno fatto una grandissima prestazione, ma anche loro vanno a momenti. Non è facile avere continuità quando giochi a ritmi così alti, ma ovviamente l'Atalanta è un avversario tosto com'è giusto che sia una semifinale di Coppa Italia. Con i rientri di Bonaventura e Nico Gonzalez però la Fiorentina se la può giocare, in un doppio confronto sarà importante gestire la partita.

Nico Gonzalez

 

 

La sua opinione su Italiano

Ognuno può pensarla come vuole, però bisogna vedere anche quali ingredienti ha a disposizione un allenatore. Secondo me, al di là degli errori recidivi, a Italiano bisogna dare il merito di aver portato a Firenze un calcio diverso e ben riconoscibile. Certo, la filosofia si può anche modificare, però secondo voi se la Fiorentina contro le big parcheggiasse il pullman davanti alla porta riuscirebbe a vincere? Forse meglio perdere una partita in più ma senza snaturarsi

Le probabili formazioni

Le due squadre arrivano da momenti opposti in campionato. L’Atalanta è in ripresa dopo un periodo di appannamento ed è ancora in lotta per un posto Champions League, avendo una partita da recuperare, proprio contro la Fiorentina, rinvio per la tragica scomparsa di Barone, ed è reduce dal netto successo di Napoli per zero a tre. La Fiorentina, invece, sembra ormai concentrata sulle coppe essendo decima in campionato con nove punti di ritardo dal quinto posto della Roma che oggi, in base al ranking, vale un posto Champions. La squadra di Italiano arriva alla sfida dopo la sconfitta interna con il Milan, che forse sancisce la fine delle speranze di un piazzamento utile per la massima competizione continentale. Italiano dovrebbe affidarsi al 4-2-3-1 con Terracciano in porta, Kayode e Parisi terzini, mentre in mezzo Milenkovic dovrebbe prendere il posto di Quarta, non in perfette condizioni, formando una coppia con Ranieri. A centrocampo Arthur a fare regia, Duncan a fornire equilibrio e gamba, Davanti terzetto con Gonzalez, Beltran e Sottil dietro al Gallo Belotti. In casa Atalanta non ci sarà Gasperini, squalificato dopo le proteste di San Siro contro il Milan, mentre in campo out Scalvini, fuori un mese, e De Ketelaere, acciaccato, ma il modulo rimarrà lo stesso, ovvero il 3-4-1-2 con Musso in porta, Toloi, Hien e Djimsiti dietro, poi esterni Holm e Ruggeri con Ederson e De Roon centrali di centrocampo. Koopmeiners sarà l’incursore tra le linee con Scamacca e Lookman come coppia di attacco.

Fiorentina (4-2-3-1): Terracciano; Kayode, Milenkovic, Ranieri, Parisi; Arthur, Duncan; Nico Gonzalez, Beltran, Sottil; Belotti. All. Italiano.

Atalanta (3-4-1-2): Musso; Toloi, Hien, Djimsiti; Holm, Ederson, De Roon, Ruggeri; Koopemeiners; Scamacca, Lookman. All. Gasperini

Fiorentina, come arrivano i gol? La classifica nei gol di testa e nei gol dentro l'area
Graziani dice la sua su Belotti e Vincenzo Italiano

💬 Commenti