Dodo (ph. G.Morini)
Dodo (ph. G.Morini)

ll giornalista Stefano Cecchi, sulle pagine de La Nazione, ha analizzato la possibilità per cui Dodò potrebbe scendere in campo dal primo minuto contro il Milan di Pioli.

Dodo contro il Milan

Sette mesi dopo freme, eccome se freme. E’ rimasto per tutto questo lungo tempo ad allenarsi ai margini della squadra, sul viso il dolore per l’assenza e la voglia di riprendersi fra le mani il destino. E adesso, adesso che il suo ritorno sembra essere a un passo, visto che qualcuno ipotizza addirittura per sabato prossimo con il Milan la sua presenza in campo da titolare, cosa può fare se non fremere? Quanto è mancata a lui la Fiorentina e quanto alla Fiorentina è mancato in questi sette mesi Domilson Cordeiro dos Santos, terzino di corsa e di felicità che tutti per comodità chiamiamo Dodo. Lui, in questo spazio infinito di assenza, ha fatto ciò che fa chi ha forte dentro il senso del gruppo. E dunque ha applaudito e incoraggiato chi lo ha sostituito. Prima l’irruente Kajode, come lui un uragano giovane mimetizzato da calciatore. Poi il più esperto Faraoni, sinistro geometrico e attenzione difensiva collaudata dalla maturità. Ma gli si leggeva negli occhi che la sua aspirazione era altra

 Anche Carlo Nicolini, dirigente dello Shakhtar Donetsk,  intervistato da ll Corriere dello Sport-Stadio ha parlato di Dodo, suo ex giocatore, ormai colonna portante della Fiorentina.

Dodo, un plus per la Fiorentina

I suoi primi due anni in viola? Veniva da una situazione non facile eppure dopo un periodo di adattamento ha fatto vedere il suo valore. Poi è arrivato l’infortunio. Ma adesso che è tornato sarà un plus per la Fiorentina: è un ragazzo internazionale, capace, sorridente

 

Dodo in campo con la Fiorentina
Castrovilli pronto per il finale di stagione con la Fiorentina
Fiorentina - Milan : Bonaventura squalificato, Arthur in mezzo

💬 Commenti