Franco Ordine (ph. screen shot YouTube)
Franco Ordine (ph. screen shot YouTube)

Lo scorso 10 febbraio allo stadio “Olimpico” l'Inter ha sconfitto la Roma con il risultato di 4-2, sbloccando il risultato con Acerbi che ha beffato Rui Patricio con un colpo di testa da azione di calcio d'angolo.

In quell'occasione la squadra giallorossa protestò per un fuorigioco attivo di Thuram che si trovava quasi attaccato all'estremo difensore portoghese, ma il VAR confermò la rete, accordata dall'arbitro Guida. Il giorno dopo durante la trasmissione calcistica “Pressing” , in onda su Italia 1 la domenica sera, l'ex arbitro Graziano Cesari confermò la decisione:

"L‘attaccante interista non tenta di giocare il pallone, non disturba la visuale del portiere, non impatta né interferisce sulle capacità del portiere di giocare il pallone. Quindi corretta la chiamata Var e corretta la decisione finale di Guida. Nessuna infrazione alla regola 11 del fuorigioco". 

Marco Guida sul terreno di gioco
L'arbitro Marco Guida

A distanza di quasi due settimane a tornare sul gol di Acerbi è stato il giornalista pugliese Franco Ordine, simpatizzante milanista, che ai microfoni di “Radio 24, ha polemizzato sulla decisione arbitrale. Di seguito vi riportiamo le sue parole a riguardo.

Franco Ordine sul gol di Acerbi

“Qui non è in discussione il primato dell’Inter, che vincerà questo campionato con 27 punti di vantaggio sulla seconda ma è in discussione il principio cardine del regolamento. Se nemmeno quando vengo attaccato al portiere, io e il portiere solo, passo in fuorigioco vuol dire che il fuorigioco è stato abolito. Mi riferisco al gol di Acerbi con Thuram vicino a Rui Patricio”.

LEGGI ANCHE: Inter, tifosi furiosi con Caressa: "Costretto a togliere l’audio. Quando la finirà di dire..."

Speciale: "Le vittorie del girone d'andata hanno illuso la Fiorentina"
L'opinione: "Non si addossino tutte le colpe a Italiano"

💬 Commenti