News

Conferenza stampa, Italiano: “Mi aspetto una reazione della squadra. Vogliamo andare avanti in Coppa Italia”

Queste le dichiarazioni rilasciate ai giornalisti dal tecnico viola Vincenzo Italiano alla vigilia della sfida di Coppa Italia contro il Napoli

Dalla Sala Stampa Manuela Righini, dello Stadio Artemio Franchi, ha parlato il tecnico della Fiorentina, Vincenzo Italiano. Queste le sue dichiarazioni, prima della partita di domani sera contro il Napoli in Coppa Italia:

Sulla rabbia della squadra: “Penso che in ragazi siano consapevoli della brutta figura fatta a torino, che per me è stata inaspettata. C’è poco da dire, se non che non siamo stati noi e che è stata una gra storta dal primo all’ultimo minuto. Mi fa piacere che anche i ragazzi la pensino così. Domani abbiamo l’opportunità di rifarci”.

Sulla Coppa Italia: “Domani è una competizione ufficiale importante. C’è la volontà di andare avanti e c’è voglia di rivalsa per la gara di lunedì. Vogliamo dare filo da torcere al Napoli”.

Sul portiere: “Domani tornerà titolare Dragowski che sta bene e ha recuperato dall’infortunio muscolare“.

Sulle voci sulla squadra e su Piatek: “Leggo poco, ma sicuramente avranno detto che ho sbagliato formazione e che le colpe sono mie. Quando si perde giustamente è sempre così. Ora dobbiamo reagire e fare le cose in modo da diverso. Io non so se l‘ambiente ha cambiato obbiettivi, ma io non penso si possano vincere tutte le partite. Io ogni gara ho tanti timori, però penso che la squadra abbia dimostrato di avere qualità di gioco diverse rispetto alle altre stagioni. Con il Torino non abbiamo fatto vedere le nostre qualità, lo dicono i dati. Piatek è disponibile e verrà convocato, ha fatto il secondo allenamento con noi, è uno che si allena forte, ci darà mano”.

Su Ikone: “Oggi ne parlavo p con lui, quando arriva un giocatore a gennaio, e parliamo di un ragazzo che ha vinto uno scudetto e ha giocato in Champions Leagu, si deve avere pazienza e non gettarlo subito nella mischia. Lui è abituato a venire dentro il campo, ora però dovrà imparare a farlo con i tempi giusti. Ci vorrà calma e pazienza, ma è un ragazzo intelligente e forte”.

Sulla mancanza di ritmo: “In questo sport se vai piano non vinci. Contro il Torino non abbiamo messo ritmo e abbiamo giustamente perso. In estate contro il Montevarchi abbiamo fatto 0-0 perchè non avevamo ritmo. La sconfitta ci servirà come bagno di umiltà”.

Su Gonzalez: “Lui sa che deve fare di più, cosi come gli altri esterni. Hanno tutti nelle loro doti più gol. Stiamo inziando a conoscerlo e sa che deve dimostrare di essere di un’altra pasta“

Sulla difesa e su Nastasic: “Siamo una delle squadre che cocede meno tiri del campionato. Ultimamente però stiamo prendendo gol al primo errore, dobbiamo migliorare. Nastasic sta bene, ha recuperato dopo l’infortunio al polpaccio che è sempre brutto e domani dovrebbe essere della gara“.

Sul Napoli: “È una squadra che gioca bene e che ha giocatori forti nell’uno contro uno. Hanno qualità e nel girone di andata hanno fatto 9 vittorie di fila, non a caso sono li davanti. Personalmente temo tutto di loro, se non facciamo le cose bene rischiamo di andare in difficoltà“.

Sui cambi di formazione: “Tre gare in una settimana ti portano a fare dei cambi, anche in funzione di quello che può creare in fase offensiva il Napoli. Qualche interprete sarà cambiato, ma cercheremo di mantenere la nostra identità“.

 

 

Commenti

Qui Napoli, Osimhen torna ad allenarsi in gruppo. Ancora out Insigne
FiorentinaUno, segui i nostri profili social: Instagram, Facebook e Twitter