Eriksson
Eriksson

 l'ex tecnico viola Eriksson potrà tornare a sorridere, allenerà il Liverpool in una partita di beneficenza.

Il sogno diventa realtà

Pochi giorni dopo aver annunciato di avere un tumore inoperabile al cervello, l'ex allenatore della Fiorentina Sven-Goran Eriksson aveva manifestato il rammarico di non aver mai allenato la sua squadra del cuore ovvero il Liverpool. Nei giorni scorsi proprio Klopp invece aveva dato il suo via libera per prendere il suo posto per un giorno. I Reds hanno quindi deciso di esaudire il suo grande sogno e il tecnico svedese sarà in panchina nel match di beneficenza tra le leggende del Liverpool e quelle dell'Ajax. La gara si giocherà ad Anfield Road il 23 marzo.

Eriksson in panchina durante un match

 

La Fiorentina di Eriksson

Eriksson Il 2 giugno 1987 diventa direttore tecnico della Fiorentina,che guida per il successivo biennio con risultati discreti. Lascia la società toscana il 30 giugno 1989, dopo settimane di aperta polemica per il ridimensionamento tecnico deciso dalla proprietà Pontello, Decide così di tornare sulla panchina del Benfica, rimanendoci per iltriennio (1989-1992).

Esperienza alla Lazio

Il 3 giugno 1997 da approda  a Roma, sponda Lazio, portandosi dietro il pupillo Roberto Mancini. L'obiettivo del presidente laziale Sergio Cragnotti è quello di costruire una squadra che possa competere ai massimi livelli. Al primo anno Eriksson si piazza settimo in campionato e vince quattro derby su quattro (record celebrato con apposita targa al Centro sportivo di Formello). In Coppa Italia la Lazio approda alla finale, dove affronta il Milan: i rossoneri vincono per 1-0 la partita di andata a San Siro e si portano in vantaggio nella partita di ritorno a Roma, andando a segno al primo minuto del secondo tempo. La Lazio, tuttavia, ribalta completamente in undici minuti la situazione, riuscendo a vincere per 3-1 e ad aggiudicarsi la seconda Coppa Italia della sua storia. Pochi giorni dopo la Lazio, al Parco dei Principi di Parigi, disputa la prima finale europea ufficiale della propria storia, affrontando l'Inter di Gigi Simoni nell'ultimo atto della Coppa UEFA 1997-1998: il club milanese si imporrà per 3-0.

 

Calafiori ce la fa, per i viola torna Jack dal primo minuto
Orlando: "Il Bologna arriva davanti alla Fiorentina"

💬 Commenti