Foto di Giacomo Morini ©
Foto di Giacomo Morini ©

Il match di domani che vedrà contrapposte il Bologna e la Fiorentina rappresenta anche una sfida per i due allenatori. Nella sua edizione odierna il Corriere Fiorentino ha dedicato un ampio approfondimento alla contrapposizione che andrà in scena domani presso lo Stadio Dall'Ara tra i due tecnici. Una contrapposizione che vede da un lato Vincenzo Italiano e dall'altro Thiago Motta
 

Motta

 


La sfida tra i due allenatori 



Entrambi gli allenatori sono giovani, pieni di talento e creatività. Sia Italiano che Motta, inoltre, hanno la virtù di saper far emergere il meglio delle qualità dai propri uomini. I due tecnici sono soliti analizzare, studiare e sperimentare. Le prestazioni e le condizioni dei loro giocatori sono costantemente oggetto di osservazione da parte dei due tecnici.
Il quotidiano fiorentino descrive quella di domani come una vera e propria partita a scacchi. L'esito della partita sarà il frutto di profonde valutazioni tecniche e le scelte dei rispettivi tecnici non saranno certo frutto del caso o della casualità.
Sia Vincenzo Italiano che Thiago Motta ricevono ormai da mesi l'interesse da parte di numerosi club, tra i quali si annoveranno anche alcuni big del calcio del nostro Paese. De Laurentiis, ad esempio, aveva portato avanti qualche tentativo rivolto ad entrambi. Le intenzioni del Presidente del Napoli sono successivamente fallite. Tuttavia, ciò non esclude eventuali tentativi di avvicinamento futuri. 
C'è però una differenza. A Bologna i dirigenti della squadra emiliana fanno pressione su Thiago Motta affinchè rimanga ad allenare la squadra. A Firenze, invece, nonostante le parole di apprezzamento da parte di Commisso, il futuro di Italiano rappresenta ancora un'incognita. 
 

Bologna: Per la partita di domani previsti 22.000 tifosi
Nardella: "Sullo stadio la nostra risposta è stata concreta"

💬 Commenti