Foto ACF
News

Rossi: "Ripetersi è difficile. Jovic polemico? La Fiesole va rispettata"

Ai microfoni di Radio Bruno Toscana è intervenuto l'ex centravanti viola Giuseppe Rossi

Sull'attuale momento vissuto dalla sua Fiorentina è così intervenuto ai microfoni di Radio Bruno Toscana l'ex attaccante viola Giuseppe “Pepito” Rossi:

"Come mai due stagioni così diverse? Ripetere grandi annate è sempre molto difficile. Ce ne sono poche di squadre che riescono a farlo, ma se la Fiorentina vuole considerarsi una grande, deve continuare con quanto fatto l'anno scorso. Continuando ad essere umili e credendo nel lavoro che stanno facendo migliorando a poco a poco. Non credo sia colpa del doppio impegno, ma è solo perché ora la Fiorentina viene considerata una grande squadra e la conoscono e studiano meglio. Bisogna pensare più fuori dalle righe: un calciatore in una grande squadra improvvisa sempre certe manovre".

"Punterei sulla Conference e lascerei il campionato? Non so quanto sia importante la Conference, so solo che giocare in Europa è sempre bello. La priorità però va sempre al campionato".

"Un mio parere sugli attaccanti della Fiorentina? È sempre brutto quando un attaccante fa tante partite senza fare gol. Mi è capitato e bisogna sempre stare sul pezzo e crederci, allenandosi come se fosse partita così sei pronto. Nel calcio il gol è sempre la cosa più difficile, ma la Fiorentina ha grandi attaccanti e non sarà la prima volta che accade una situazione del genere. Ma possiamo stare tranquilli perché sono grandi lavoratori, amano quello che fanno e quindi faranno sempre la cosa in più per migliorare".

"Cosa gli direi io? Di continuare a crederci, di non mollare. Siamo solo all'inizio del campionato e appena ne arrivano uno o due le cose tornano come devono. Sono grandi giocatori quelli della Fiorentina, appena torna il senso del gol ne faranno tanti".

"Esultanza polemica di Jovic? Non è una cosa bella e logica quella che ha fatto. La Fiesole va rispettata, sono sicuro che i veterani gli avranno già detto quali sono i comportamenti da avere. Spero che sia l'ultima volta e che la Curva possa perdonarlo".

"Se vedo qualità nella rosa della Fiorentina? La qualità c'è e ce n'è tanta, ci vuole solo tempo per farla uscire. Magari un po' meno paura di provare. Quest'anno ci sono molte più aspettative, quindi è più difficile ma bisogna avere pazienza".

 

Commenti

FiorentinaUno, scarica gratis la nostra App per iPhone, iPad e Android!
Fiorentina, La Lazio punta ad un tuo obiettivo