News

Milenkovic: "Ringrazio tutti, sono emozionato. Ora la Champions". E Barone...

Alle ore 16 è in programma la conferenza stampa di Nikola Milenkovic

Alle ore 16 di quest'oggi prenderà la parola il difensore della Fiorentina Nikola Milenkovic, presumibilmente in merito a quello che sarà il futuro rinnovo del serbo con la maglia viola.

Segui in diretta tutte le dichiarazioni del difensore aggiornando la nostra pagina di FiorentinaUno.com!

Ore 15.58 - In attesa dell'arrivo del difensore 

Ore 16.04 - Barone e Milenkovic fanno il loro ingresso in sala stampa, subito dopo il difensore ha firmato il rinnovo del proprio contratto con la Fiorentina dinanzi ai giornalisti presenti. Prende parola poi il DG:

“Prima di iniziare vorrei dedicare un pensiero a Alberto Orzan. Il nostro pensiero va alla sua famiglia. Sono contento che abbia visto con noi il Viola Park. Un giocatore vincente come è stato lui. Oggi è una giornata molto importante per la Fiorentina. Voglio ringraziare Rocco Commisso, che domenica sarà allo stadio. Lui ci teneva tanto a questa operazione, abbastanza complicata ma su cui abbiamo lavorato. Nikola ci ha creduto tanto. Ci sono state tante squadre, specialmente che giocano in Champions League. Anche ieri sera si è presentato nuovamente con un'altra offerta ma che sia il giocatore che la Fiorentina hanno rifiutato. Questa è la serietà ed il percorso di Nikola Milenkovic. Ha nel DNA la Fiorentina. Lo scorso anno la Fiorentina ha immesso al suo interno una precisa identità e oggi continuiamo a farlo. E avere ancora Nikola significa tanto in questo senso, in senso soprattutto di identità e di futuro. Questo è un contratto di cinque anni. E' una scelta di vita presa insieme, siamo contenti e fiduciosi. Voglio ringraziare la tifoseria, gli abbonati e quelli che saranno presenti allo stadio per tutta la stagione. Abbiamo una partita molto importante domenica e poi in Conference League”.

Prende parola Milenkovic:

“Grazie per essere presenti ad un giorno così importante per me. Sono molto contento ed emozionato, scusate se faccio qualche errore in Italiano. L'anno scorso venivamo da due stagioni difficili e né io né la società eravamo convinti di lasciarci. La società ha ambizioni e io volevo saperne di più. Anche mister Italiano è stato determinante. Abbiamo rinnovato di un anno spostando ogni discorso alla fine della stagione. Questa società ha un grande progetto in serbo, lo vediamo tutti. Anche la conferma del mister è stata importante per me, oltre ai tifosi. Specialmente nell'ultimo periodo. Mi sento molto amato. Direttori, presidente hanno fatto un grande lavoro per trattenermi qua, sono contento della scelta che ho fatto”.

Immagine più bella finora vissuta? 

“Il ritorno in Europa, ora vogliamo arrivare in Champions”.

Contratto lungo, significa qualcosa? Ti senti trasformato? 

“Sicuro mi sento cresciuto sotto tutti i punti di vista, come calciatore e uomo. Mi sento un leader di questa squadra. I nuovi che arrivano ovvio che devo aiutarli. Ho fatto una scelta importante per il mio futuro. Ho capito che è stato quello che volevo di più”.

Concludere la tua carriera qui o quasi?

“E' una scelta molto importante, sono contento. Ora è presto parlare di futuro, la cosa importante è che qui mi trovo bene”.

Italiano è stato importante? I tifosi?

“Sicuro lo è stato. I tifosi soprattutto, sono la nostra spinta sul campo. Ringrazio tutti per i tanti abbonamenti fatti. E non vediamo l'ora di arrivare a allenarci al Viola Park”.

Vorrai essere capitano?

“Ovviamente l'obiettivo è migliorare quanto fatto lo scorso anno. Vogliamo regalare tante emozioni, tipo vincere la Conference League. Sicuro portare la fascia è una cosa speciale, specialmente quella di Davide. Ora Cristiano lo sta facendo molto bene, siamo contenti di lui”.

Jovic come lo vedi?

“E' un grandissimo giocatore, gioca a calcio come pochi. Ha una precisione ed una tecnica incredibile. Lo conosco e so quanto può dare. Scommetto su di lui”.

Perché preferire la Fiorentina invece che altro?

“Ho risposto già prima. La società, i tifosi, il mister e le sensazioni dentro di me. Amo questa città, questo club. Sono contento di avere fatto questa scelta”.

Riprende la parola il DG Barone, con le domande dei giornalisti per lui:

“Sono stato sempre molto sicuro sulla nostra abilità di trattenerlo qui. Siamo sempre stati onesti con lui, la sua famiglia ed i suoi agenti. Si vede che lui con il cuore ha visto una situazione molto importante qui, sin dallo scorso anno. Siamo andati in ritiro quest'anno con una squadra abbastanza completa. Siamo convinti che il avoro fatto dal mister durante il campionato si vedrà. Mantenere un gruppo unito e forte grazie a giocatori come Biraghi, Nikola può esserne il vice. Abbiamo un gruppo abbastanza pronto per affrontare tre competizioni. I nomi delle squadre che l'hanno cercato non posso dirli, ma italiani, inglesi e spagnoli si sono presentati".

Clausola rescissoria? 

“No, non c'è nessuna clausola. Ve lo posso assicurare. Trattenere un giocatore come Nikola qui a Firenze, che avrà anche un mondiale a novembre, è un segnale importante. Anche per il campionato italiano in generale. E' il massimo, una cosa unica. Trovare questo passaggio qui. Ma non è solo una questione economica, quanto per quanto rappresentato dalla società, dall'allenatore, dalle strutture come il Viola Park. Oggi alcune società non hanno cose del genere e noi, grazie a Rocco, abbiamo questo processo. Ha deciso di non lasciare Firenze Nikola, una città unica. E lui è lo stesso, unico e storico. Una bellissima storia”.

Che effetto le fa sapere che questa Fiorentina è tornata ad essere un top club?

“Prima di tutto ci tenevo a ringraziare la famiglia di Nikola e, come gli dico spesso, la sua futura sposa. Grazie per questo accordo trovato. Ritornando alla domanda, direi che è un bellissimo effetto. C'è voluto un po' di tempo, certo. Direi che l'identità e il gruppo creato, quella di Vincenzo, hanno fatto sì che tanti giocatori nel mondo vogliano farne parte. Come Dodô, Mandragora, Gollini, Jovic. Ti aiutano a crescere ed attrarre altri giocatori esperti”.

Ore 16.36 - Termina qui la conferenza stampa.

Commenti

FiorentinaUno, segui i nostri profili social: Instagram, Facebook e Twitter
Barone: "Milenkovic avrà la clausola rescissoria? Assolutamente no"