Dalle pagine de ll Corriere dello Sport, arriva il commento di Alberto Polverosi in merito alla partita di ieri

Queste le sue parole:

“Sono risultati che hanno qualcosa di incredibile, raggiunti da una squadra forte nell’insieme ma con delle carenze tecniche individuali che ieri, senza Arthur e Bonaventura e presto anche senza Gonzalez, sono affiorate con chiarezza. Prendiamo l’impostazione del gioco, la manovra d’attacco. La Fiorentina sviluppa sugli esterni ma, se escludiamo Nico Gonzalez, sulle fasce ha quattro giocatori spesso inconcludenti (come quelli schierate ieri...), quattro ali che, sommate l’una all’altra, in campionato hanno segnato tre gol (uno ciascuno Kouame, Sottil e Brekalo, zero Ikoné). Prendiamo i centravanti, stesso discorso: un gol Beltran, un gol Nzola. Non va tanto meglio in Conference League se si pensa che il capocannoniere di una squadra che non ha segnato poco (14 reti in 6 partite, un dato irrobustito dal 6-0 sul Cukaricki) è il difensore centrale Luca Ranieri con 3 gol nel girone, quanti ne ha fatti Gonzalez considerando però anche i playoff col Rapid Vienna. Tanto per ritoccare il concetto, Ranieri è stato decisivo pure a Budapest come lo era stato, con una doppietta, a Genk. Se qualcuno non riesce a vedere i meriti dell’allenatore, è cieco”.

cup

Potrebbe interessarti anche:

https://www.fiorentinauno.com/news/237182553606/cecchi-senza-nico-la-stagione-viene-ridimensionata?et

Cecchi: “Senza Nico la stagione viene ridimensionata”
Ferrara: “Sostituire Nico con Ikonè? Assurdo, sarebbe...”

💬 Commenti