Esclusive

Esclusiva F1, parla il primo allenatore di Cioffi: "Gli auguro il meglio, magari non domenica"

Il tecnico del Verona, fiorentino doc, ha mosso i primi passi calcistici alla Cattolica Virtus

14.09.2022 12:50

Nel Verona che domenica sfiderà la Fiorentina al Franchi, c'è un cuore viola. Anzi due. No, non si tratta di quello dei tifosi scaligeri, legati a quelli viola da uno storico gemellaggio. Ma bensì quello dei fratelli Matteo e Gabriele Cioffi. Il primo, meno noto, per molti anni è stato allenatore delle giovanili viola e oggi, dopo qualche anno all'estero, è entrato a far parte dello staff tecnico del Verona che ha come capo il più noto secondo.

Se per Matteo si tratterà di una prima volta, lo stesso non si può dire per Gabriele, che nella scorsa stagione, quando allenava l'Udinese, alla prima visita da avversario, si impose con un rotondo 4-0, complicando non di poco i piani europei della sua squadra del cuore. 

La speranza di tutti i tifosi viola è che stavolta, il fiorentino Cioffi, abbia meno fortuna. Speranza condivisa da Andrea Scarselli, memoria storica della Cattolica Virtus, società di riferimento nel calcio giovanile fiorentino e toscano (Paolo Rossi, Barzagli e Cragno, sono cresciuti lì), e primo allenatore di Cioffi. Queste le sue parole, rilasciate in esclusiva a FiorentinaUno.com:

Buongiorno Scarselli, mi dica: che effetto le ha fatto leggere il suo nome su La Gazzetta dello Sport?

“Sinceramente non sapevo neanche che Gabriele mi avesse menzionato nella sua intervista. Me lo ha detto mio figlio qualche giorno dopo e mi ha fatto un enorme piacere. È sempre bello essere ricordato dai propri ragazzi"

Quanti anni lo ha allenato? Era già un allenatore in campo?

È stato da noi per un paio d'anni ma era talmente piccolo che era impossibile capire o ipotizzare il suo futuro. Una cosa però è certa: amava il calcio ed era sempre attento a ciò che spiegavo sul campo. Un perfezionista fin dai primi anni.

Domenica c'è Fiorentina-Verona: cosa augura al suo ex allievo?

Il meglio assolutamente. Ma non domenica. E nemmeno al ritorno (ride ndr). Diciamo che gli auguro il meglio in tutte le partite dove non affronta la Fiorentina. 

 

 

 

Commenti

FiorentinaUno, segui i nostri profili social: Instagram, Facebook e Twitter
Designazioni arbitrali: Fiorentina-Verona a Rapuano. Al VAR La Penna