News

Nardella: "I tempi sullo stadio non li detta né la Fiorentina né il comune ma lo Stato"

Il sindaco di Firenze Dario Nardella ha parlato del estyling dello stadio Franchi e del quartiere Campo di Marte

Il sindaco Dario Nardella, presente all'assemblea pubblica al Mandela Forum, "Campo di Marte 2026", ha così commentato il restyling dello stadio Franchi e del quartiere Campo di Marte: "Questo incontro è molto importante perché ci permette di lavorare con i cittadini per un progetto molto importante. Si tratta di un investimento da mezzo miliardo, la metà di questi riguardano la riqualificazione di tutto il quartiere, fra strutture commerciali, il grande parco e la linea tranviaria. Realizzeremo più di 3500 posti auto e un parcheggio sotterraneo da 2500 posti e 500 posti circa sotto lo stadio più altri 500 nell'area commerciale vicino al parco. Sentiremo anche il parere dei cittadini, potendo mettere così insieme le diverse anime del quartiere. Questi lavori porteranno circa 950 posti di lavoro, di cui circa la metà permanenti. Il progetto darà più servizi ai residenti e metterà a disposizione dei tifosi uno stadio nuovo più facile da raggiungere". 

Si aspetta maggior coinvolgimento da parte della società?
"Abbiamo dato piena disponibilità alla Fiorentina, noi siamo disponibili anche domani. Aspettiamo che la Fiorentina sia disponibile per incontrarci, per collaborare anche nella gestione del cantiere. Non c'è pericolo che la Fiorentina l'anno prossimo non giochi al Franchi". 

Che tempi avete in mente per la realizzazione di questa opera?
"I tempi sono chiari, sullo stadio non li detta né la Fiorentina né il comune ma lo Stato. I tempi li stiamo rispettando, dobbiamo cominciare i lavori entro l'inizio del 2024 e finire entro la fine del 2026. Anche le opere pubbliche che riguardano il Viola Park, come la tranvia, non sono dettati dalla Fiorentina". 

Barone ha ribadito che per dare al comune comunicazione se la Fiorentina resterà o meno a giocare al Franchi attende delle risposte. Queste istanze sono state formalmente consegnate al comune? 
"Noi non abbiamo ricevuto nessuna istanza dalla Fiorentina in merito alle modalità di gioco allo stadio Franchi, ma noi siamo disponibili ad incontrarci anche domani".

Commenti

Italiano, il cambio tattico della svolta
Sconcerti: "L.Alberto? Vista la rottura la lazio lo dà anche in prestito"