ll tecnico dell'Empoli, Davide Nicola,  ha rilasciato alcune dichiarazioni in conferenza stampa dopo il pareggio con la Fiorentina.

Queste le sue parole: 

“Oggi la partita era complessa perché la Fiorentina è una squadra di qualità e difficile da leggere. Siamo riusciti a cambiare dove stavamo facendo fatica, volevamo chiudere le loro linee. Sul gol subito siamo rimasti in dieci, non siamo riusciti a essere efficaci, ma per il resto, cambiando il modo di stare in campo nel secondo, è stata una partita più coraggiosa e abbiamo avuto occasioni limpide. C’è ancora da fare, ma dobbiamo continuare a lavorare con questa identità”.

campo

Ha poi aggiunto:

“Io ero convinto di riprenderla e ribaltarla. Davanti c’era una squadra importante, so come lavorano i ragazzi. A loro chiedo di non guardare il risultato, non possiamo pensare troppo al risultato. L’unica cosa che possiamo fare è analizzare l’efficacia della settimana e ripartire. A noi interessa già la prossima partita”.

Ecco cosa ha detto Nicola dopo Empoli-Fiorentina, ai microfoni di DAZN:

"Fino all'ultimo abbiamo giocato per vincere, così come loro. Sono soddisfatto della prestazione dei ragazzi, anche per come si sono adattati ai due sistemi. Siamo competitivi, organizzazione e idee ci sono. Oggi poi abbiamo avuto una mano straordinaria dai tifosi, e quando li si rende felici è la migliore soddisfazione. Io preferisco sempre essere in 11, ma questo poi è un aspetto che analizzeremo. La cosa che mi preme è riconoscere che quello che stanno facendo i ragazzi è importante. Alla fine una squadra raggiunge una sorta di magia. Le occasione avute oggi sono state anche belle limpide."

Pradè: "Rigore a dir poco dubbio, ma andiamo avanti per la nostra strada"
L'opinione: "Non si addossino tutte le colpe a Italiano"

💬 Commenti