Foto di Giacomo Morini ©
Rassegna stampa

Fiorentina, c'è differenza tra Europa League e Conference League: le cifre

In caso di qualificazione all'Europa la Fiorentina potrebbe arrivare sia in Europa League che in Conference League, ma la differenze in cifre economiche è grande

Se la Fiorentina dovesse vincere contro la Juventus, con un occhio sugli altri campi, potrebbe raggiungere sia l'Europa League che la Conference League. Tuttavia, il divario economico nel raggiungimento dell'una o dell'altra competizione è notevole.

Questo è quanto analizzato quest'oggi dall'edizione del Corriere Fiorentino, secondo il quale cambierebbe anche l'approccio alla prossima stagione dei viola. In caso di accesso all'Europa League, la prima sfida si giocherebbe l’8 settembre 2022: dopo le prime 4 giornate di campionato in programma ad agosto. 

Discorso diverso in caso di Conference League. La Fiorentina, infatti,  sarebbe chiamata ad affrontare gli spareggi fissati per il 18 e 25 agosto: in concomitanza con l'inizio del campionato fissato al 21 agosto. 

Quanto agli incassi: l’accesso ai gironi di Europa League garantirebbe circa 3,63 milioni, mentre con il passaggio della prima fase si arriverebbe fino a 7. Ma si potrebbe salire fino a 30 in caso di vittoria finale anche grazie a un paio di milioni in arrivo dal ranking Uefa dei viola negli ultimi 10 anni (fino alla scorsa stagione la Fiorentina era al cinquantacinquesimo posto) e altri 7 per il marketpool, ovvero i diritti tv relativi al paese di distribuzione. Dall’altra parte, la vincitrice della Conference League guadagnerebbe 20 milioni di euro

LEGGI ANCHE: Europa, ecco quanto guadagna la Fiorentina in caso di qualificazione

LEGGI ANCHE: Fiorentina-Juventus, è ballottaggio a centrocampo: scelta coraggiosa?

Commenti

FiorentinaUno, scarica gratis la nostra App per iPhone, iPad e Android!
Fiorentina-Juventus, a rischio la presenza di Vlahovic: il motivo