Foto di Giacomo Morini ©
Calciomercato

Da Gollini a Boga: come può cambiare la Fiorentina a gennaio

Le prossime settimane potranno ridisegnare la Fiorentina in vista della seconda metà di stagione: dai portieri agli attaccanti, il mercato può cambiare i viola

La fatidica data del 2 gennaio incombe ormai alle porte: la sessione di mercato invernale sta per aprire i battenti. E la Fiorentina ha tutte le intenzioni di non farsi trovare impreparata, pronta a cogliere eventuali occasioni per rinforzarsi. Ma, eventualmente, anche a correre ai ripari qualora arrivassero offerte irrinunciabili per qualcuno dei suoi pezzi pregiati. Una situazione che può toccare più o meno tutti i ruoli dello scacchiere di Vincenzo Italiano.

A partire dalla porta, dove il futuro di Pierluigi Gollini potrebbe essere lontano da Firenze. Un'eventuale partenza anticipata, frutto della perduta titolarità, potrebbe lasciare il ruolo di secondo di Terracciano a Michele Cerofolini. Più lineare, invece, la situazione in difesa, dove l'unico movimento rilevante potrebbe essere un'eventuale uscita di Venuti, con sei mesi di anticipo rispetto alla scadenza del contratto. In entrata, poi, ci sarebbe un timido interesse per il difensore marocchino Saiss, tra i protagonisti con la sua nazionale all'ultimo mondiale.

A centrocampo, molto dipenderà da Sofyan Amrabat. Le intenzioni della Fiorentina sono chiare: trattenere il giocatore del Marocco e, anzi, intavolare la trattativa per il rinnovo. Impresa non semplice, visto il corteggiamento forsennato delle big di Premier League, in particolare del Liverpool. Qualora dovesse arrivare un'offerta irrinunciabile (superiore ai 40 milioni), ecco che per l'ex Hellas Verona potrebbero anche aprirsi le porte della cessione. E tra i profili eventualmente candidati a sostituirlo, ci sarebbero Dominguez del Bologna, Demme del Napoli e Tameze dell'Hellas Verona. Infine, con le valigie in mano ci sarebbero Maleh e Zurkowski. Che potrebbero far posto a uno svincolato di lusso, proposto anche ai viola: Isco.

È l'attacco, però, il ruolo dove potrebbero esserci più cambiamenti. Nello specifico sono gli esterni offensivi i veri obiettivi del mercato della Fiorentina. E i potenziali obiettivi si sprecano: da Boga dell'Atalanta a Brekalo del Wolfsburg, passando per l'ungherese Sallai e il marocchino Sabiri della Sampdoria. Tutti profili graditi, che potrebbero diventare prioritari qualora dovesse arrivare un'offerta per Nico Gonzalez, su cui ci sarebbe un interesse del Valencia. Per chiudere, il valzer delle punte che potrebbe indurre Arthur Cabral a lasciare Firenze in prestito, che potrebbe fare spazio a un vecchio pallino viola: Andrea Belotti.

Commenti

FiorentinaUno, scarica gratis la nostra App per iPhone, iPad e Android!
Igor: "Siamo pronti a realizzare grandi cose nel 2023"