Foto di Giacomo Morini ©
News

Live F1, Italiano: "Tutti devono migliorare. Quest'anno abbiamo un vantaggio in più da sfruttare"

Queste le parole del tecnico viola al termine della prima uscita stagionale contro il Real Vicenza

12.07.2022 19:10

Parola al mister Italiano al termine della prima amichevole vinta per 7-0 contro il Real Vicenza.

Su Jovic: “Jovic è un giocatore di altissimo livello, va riattivato perché è da un po' che non è coinvolto a pieno regime. Può darci tanto, deve ritrovare la migliore forma fisica”.

Sulle coppie di giocatori nei ruoli: “Anche l'anno scorso era così. Andrà in campo chi sarà più in forma, ma avere coppie di giocatori di qualità alza ovviamente la qualità della rosa. Il lavoro che è stato fatto l'anno scorso ci aiuta molto quest'anno a Moena, e inserire i giocatori cdi qualità che abbiamo portato a Firenze è il nostro obiettivo":

Sul confronto Cabral-Jovic e sull'intensità degli allenamenti: “Qualsiasi input viene recepito in modo diverso dall'anno scorso. Abbiamo il vantaggio di conoscerci già. Cabral ha delle caratteristiche, Jovic altre, ma le richieste sono le stesse. Viste le tante partite tutti dovremo essere sullo stesso, alto, livello".

Su Mandragora e Amrabat: “Amrabat è stato bravo l'ultimo spezzone della scorsa stagione nel ritagliarsi il suo spazio. Mandragora è un ragazzo umilissimo e tecnico, loro due si contenderanno il ruolo di play”.

Sulle richieste ad Amrabat: “Oggi è la prima amichevole, i carichi di lavoro si fanno sentire. Io penso che Amrabat abbia capito bene le mie richieste. Quando è in forma può essere un giocatore devastante. Sono rimasto sorpreso la scorsa stagione. Deve crescere e migliorare come tutti".

Cosa rappresenta il rinnovo di contratto: “Per me è un orgoglio aver dimostrato di poter essere per il secondo anno l'allenatore di questa gloriosa squadra con questi tifosi. Ero convinto, insieme alla squadra, di fare qualcosa di importante. L'Europa era il nostro sogno. Adesso ripartire per essere più bravi dello scorso anno”.

Sui ruoli in cui investire: “Al momento siamo venuti su a Moena per valutare tanti giocatori, compresi anche i giovani. Con i tre acquisti abbiamo l'ossatura, adesso vedremo cosa ci mancherà per completare la rosa. Controlliamo tutto. Se ci sarà l'occasione ci faremo trovare preparati".

Su Sottil e su chi deve dare di più: “Tutta la struttura della rosa deve migliorare. Non penso che Sottil sia contento dei 4/5 goal della scorsa stagione, così come Ikonè e Nico Gonzalez. Tutti devono migliorare”.

Su Terracciano e Gollini: “Gollini mi ha sorpreso per la grande voglia di venire a giocare a Firenze, così come Mandragora e Jovic che ha rifiutato tutte le proposte per venire alla Fiorentina. Abbiamo tre ottimi portieri, vedremo strada facendo".

Su Pierozzi: "Abbiamo tanti ragazzi interessanti, ha grande predisposizione nell'apprendere ciò che chiedo. Sta a lui cercare di mettersi in mostra per essere confermato in prima squadra.

 

Commenti

FiorentinaUno, segui i nostri profili social: Instagram, Facebook e Twitter
Napoli su un ex obiettivo della Fiorentina se parte Koulibaly