Esclusive

ESCLUSIVA F1, Bressan: “Vlahovic? Ripaghi la fiducia di Firenze. Sottil? L’unico in Italia che…”

Terminata la pausa Nazionali, riprende la Serie A. E la Fiorentina si appresterà a giocare la sua ottava giornata in casa del Venezia lunedì 18 ottobre alle ore 20.45. A commento del primo monday night dei viola di questa stagione ha parlato in esclusiva ai nostri microfoni di FiorentinaUno.com il doppio ex Mauro Bressan. Con i lagunari ha collezionato 32 presenze, con il giglio stampato sul cuore, invece, 67 partite, 6 gol e 4 assist:


Per chi farà il tifo in questo match?

“Ovviamente per la Fiorentina. Anche se a Venezia ci ho passato un anno, sono tifoso di tutte le squadre per cui ho giocato in carriera. Ma il mio cuore batterà sempre per la Fiorentina”

Che giudizio si sente di dare a quest’avvio di stagione del Venezia?

“Hanno avuto un inizio difficile, ma per un semplice motivo. Mister Zanetti ha dovuto prima avere a che fare con l’amalgama di tutti quei giocatori nuovi che sono arrivati a Venezia. E si può dire che lo abbia fatto anche in poco tempo. Ed infatti Zanetti nelle ultime uscite sta schierando tutti quelli che possono tenere di più il campo e che sono più adatti per il suo stile di gioco. Ha trovato una quadra. E grazie al suo lavoro il Venezia è diventata una squadra ostica per tutti: per la Fiorentina sarà una grande fatica passare al Penzo”

Dell’avvio di Vincenzo Italiano, invece, cosa ne pensa?

“Non ho dubbi che a Venezia farà quello che ha fatto finora. Fare attaccare la propria squadra e fare la partita con pressione alta. Tenendo la palla più nella metà campo avversaria. Italiano lo fa con tutti, anche contro le big e questa cosa mi piace molto”

Le ultime voci di mercato crede che possano influenzare le prestazioni di Vlahovic?

“Penso che fino all’ultimo giorno con la maglia della Fiorentina darà il massimo. Non ho dubbi. Lo farà per sé stesso, per i compagni e per i tifosi. Ha tutto sommato un debito con la propria coscienza, di ripagare la fiducia che gli è stata riposta negli anni passati dalla città di Firenze e dai fiorentini, al di là della decisione che prenderà”

L’offerta era la più grande mai proposta ad un giocatore viola. Può essere un indizio sulla voglia della Fiorentina di tornare a competere per l’Europa che conta?

“Questo è un processo. Magari fra un paio di anni la Fiorentina andrà in Europa. Magari diventa l’Atalanta di questi ultimi anni. Ed i giocatori, credo, faranno fatica in quel caso a volere andare via. Soprattutto se Commisso gli offre ingaggi adeguati. E avendo un obiettivo calcistico importante”

Dunque, il rinnovo di Riccardo Sottil fino al 2026 è una buona notizia in tal senso per tutti i fiorentini…

“Sono stato molto contento. Sottil è uno dei miei pupilli. Mi piace molto. Uno dei pochi in Italia che salta l’uomo in quel ruolo lì. Deve migliorare nella finalizzazione, sia in fatto di gol che di assist. Ma sono convinto che possa migliorare tutto durante la sua crescita, anche la personalità in campo. Potenzialmente potrà diventare un giocatore importante per la Fiorentina del futuro”

Un pronostico per Venezia-Fiorentina?

“Non sono un mago, però la Fiorentina ha segnato tanti gol nelle ultime partite. E ne ha subiti anche diversi, eccetto che ad Udine. Sarà una partita ricca di gol e spero in un 1-2 per la Fiorentina: sarebbe un risultato ben accetto”

Commenti

FIORENTINAUNO, Segui i nostri profili Social: Instagram, Facebook e Twitter
SUDAMERICANI, Pulgar trascina il Cile alla vittoria con una doppietta. In campo anche Gonzalez e Torreira