Foto di Giacomo Morini ©
News

Castrovilli arma in più: la duttilità che serve a Italiano

Il ritorno di Gaetano Castrovilli può offrire imprevedibilità e qualità al centrocampo della Fiorentina: le possibili alternative per Vincenzo Italiano

Tra gli acquisti più importanti per il prossimo mercato di gennaio della Fiorentina c'è, sicuramente, un giocatore che può rivelarsi arma in più per la seconda parte di stagione: Gaetano Castrovilli. Dopo uno stop lunghissimo di otto mesi, il classe '97 è pronto a riprendersi un ruolo da protagonista nello scacchiere di Vincenzo Italiano, che ora può godersi una ritrovata profondità nel suo centrocampo. Varietà di alternative di cui si fa portatore proprio lo stesso Castro, pronto a restituire imprevedibilità e duttilità agli schemi viola.

Infatti, in tutte le uscite amichevoli della Fiorentina durante la sosta per i mondiali, si è potuto assistere a una flessibilità nello schieramento, soprattutto in fase offensiva: dal collaudato 4-3-3 a un più intrigante 4-2-3-1, che può offrire più possibilità agli incursori viola di buttarsi negli spazi e creare occasioni potenzialmente pericolose. Tutte caratteristiche che Gaetano Castrovilli possiede come doti naturali. Dunque, non sembra essere utopia immaginarlo come possibile trequartista a sostegno del centravanti, qualora Vincenzo Italiano dovesse optare definitivamente per il nuovo abito tattico per la sua Viola. Anche se, in tal caso, potrebbe partire più indietro nelle gerarchie, rispetto ai due candidati a giocarsi il posto in quella posizione: Antonin Barak e Giacomo Bonaventura.

Senza, chiaramente, dimenticare il ruolo naturale del centrocampista della Fiorentina, vale a dire quello di mezzala. Una posizione che ha esaltato le sue qualità in passato, anche in fase realizzativa. E che, prima dell'infortunio, ricopriva in pianta stabile nel trio di centrocampo a sostegno del tridente d'attacco nell'impianto tattico di mister Italiano. Ma, allo stesso tempo, Castrovilli potrebbe ritrovarsi a ricoprire una posizione inedita, magari in situazioni che richiedono più spregiudicatezza: mediano nel duo di centrocampo. Andando a comporre una “strana coppia” con Sofyan Amrabat. Una soluzione a cui il tecnico viola potrebbe far ricorso, per dare una svolta definitiva al modo di giocare della sua squadra. E restituire a livelli importanti Gaetano Castrovilli.

Commenti

FiorentinaUno, scarica gratis la nostra App per iPhone, iPad e Android!
Ferrara: "Cabral non ha vissuto la stessa sorte di Venuti"