Gianni Infantino
Gianni Infantino

Intervistato dalla Gazzetta dello Sport, Gianni Infantino ha parlato di come il fenomeno del razzismo possa essere fermato e bloccato, prevenendo quello che di fatto rappresenta un crimine. Da Parigi, arrivano importanti rassicurazioni sulle contromisure prese dalla FIFA. 

“Il razzismo è un crimine”

Queste le sue parole: "Viviamo in un mondo diviso, abbiamo sempre detto che il calcio unisce ma anche il nostro mondo è diviso, aggressivo. Nelle ultime settimane abbiamo assistito sfortunatamente a tanti casi di razzismo e non è più accettabile, dobbiamo fermarlo. Il razzismo è un crimine, qualcosa di terribile e abbiamo gli strumenti per sradicarlo".

Infantino
Gianni Infantino

“Importante restare uniti”

Conclude Infantino sull'importanza di fare fronte comune contro questa minaccia: "Quello che facciamo non è sufficiente, dobbiamo prenderci la responsabilità. Tutti insieme, nei prossimi 3 mesi che precedono il Congresso della Fifa di maggio a Bangkok, dobbiamo rimanere uniti nella lotta al razzismo, fermiamolo adesso".

Zaccagni, ecco la cifra che Lotito ha rifiutato dalla Fiorentina
Fiorentina, al via la vendita dei biglietti anche in taxi: ecco come

💬 Commenti