Oreste Cinquini
Oreste Cinquini

L'ex giocatore e dirigente sportivo Oreste Cinquini è intervenuto ai microfoni di Radio Bruno per commentare il mercato effettuato dalla dirigenza della Fiorentina, dalla quale si aspettava di più. Di seguito le sue parole.

L'ex giocatore Oreste Cinquini
Oreste Cinquini

Le parole di Cinquini

“L'acquisto che tutti si aspettavano era Gudmundsson che agisce come esterno e sta facendo ottime cose in questa stagione. La Fiorentina sta facendo un buon campionato ma avrebbe potuto provare ad inserirsi ai vertici della classifica. Belotti? Poteva arrivare anni fa alla Fiorentina, a Roma ha avuto poco spazio. Spero che il suo arrivo non porti ad una svalutazione del duo Beltràn-Nzola sui quali la società ha investito 40 milioni. Se fossero arrivati altri rinforzi la Fiorentina avrebbe potuto giocarsela fino alla fine. Ora per certe posizioni servirebbe un miracolo di Italiano. Negli ultimi anni sono stati ceduti giocatori del calibro di Chiesa e Vlahovic e senza calciatori così competere diventa difficile. La Fiorentina forse sperava di convincere il Genoa ad abbassare le pretese per Gudmundsson, perchè quando una società fa un prezzo vuol dire che il giocatore di turno non è incedibile. A giugno Nico potrebbe essere uomo mercato. Credo inoltre che ci possano essere problemi nello spogliatoio con tanti giocatori in ruoli comuni, come Faraoni che è stato preso nonostante Kayode e il rientrante Dodò.”

 Leggi Anche:

https://www.fiorentinauno.com/news/185911381510/lecce-fiorentina-le-probabili-formazioni-dell-anticipo

 

 

 

 

 

Mercato, la strategia viola lascia aperti molti interrogativi
Ferrara: "Mercato? Società ha avuto un mese per l'esterno"

💬 Commenti