Sulle pagine del Corriere Fiorentino oggi in edicola possiamo trovare il commento del giornalista Ernesto Poesio riguardante il lavoro svolto da Vincenzo Italiano con la Fiorentina.

rassegna stampa

 

 

Il commento

“Anche Italiano, che tantissimi meriti ha avuto nelle ultime due stagioni, appare attanagliato da questa domanda con il rischio di andare in confusione. L’assenza di risultati e le difficoltà evidenti, porterebbero a pensare che sparigliare le carte potrebbe essere un’ipotesi da percorrere. Ad esempio il tanto invocato schieramento a due punte, per suddividere la pressione dell’attacco e le attenzioni delle difese, ma allo stesso tempo lanciare un segnale sia ai giocatori che alla società in vista del mercato: in caso di ulteriore fallimento gli alibi sarebbero finiti e cercare nuovi attaccanti sarebbe necessario. Un modo per fare chiarezza e per non lasciare nessuna strada inesplorata. Ma il cambiamento non sarebbe a costo zero. I più penalizzati sarebbero Jack Bonaventura che Nico Gonzalez, cioè gli unici due che fino a oggi hanno segnato e trascinato la Fiorentina. In più c’è una questione «filosofica»: si dovrebbe partire dal presupposto di non aver messo Beltran e Nzola nelle condizioni di sfruttare a pieno le proprie qualità, delle quali però lo stesso Italiano sembra iniziare a dubitare”.

Arriva il Viola Parking, i dettagli del tanto atteso parcheggio
Fiorentina, in arrivo la quarta maglia

💬 Commenti