Mandragora (ph. G.Morini)
Mandragora (ph. G.Morini)

Intervistato alla Stampa, Rolando Mandragora ha parlato del suo ambientamento alla Fiorentina di Vincenzo Italiano e di come si stia preparando alla grande sfida di domani sera contro il Torino di Ivan Juric all'Olimpico Grande Torino, uno stadio in cui lui stesso ha giocato, proprio con la maglia granata.

“Italiano e Juric sono due maestri”

Queste le parole di Mandragora: "Onestamente pensavo che sarei rimasto al Torino, ma non sono mai stato riscattato. Adesso, sono molto felice per la possibilità di giocare per la Fiorentina […] Per me, Juric e Italiano sono due veri maestri, capaci di entrare nella testa di noi giocatori. Hanno entrambi grandissima intensità. Italiano ci chiede sempre di comandare tutte le partite e dobbiamo sempre avere il coraggio di provare le giocate e di osare“.

Ivan Juric e Vincenzo Italiano allo stadio Franchi
Ivan Juric e Vincenzo Italiano allo stadio Franchi

Le parole di Vincenzo Italiano sulla vigilia del match contro il Torino

Importantissimo trovare continuità, è sicuramente l'unica cosa che conta in questo momento. Proprio la continuità è un qualcosa che non riusciamo ad avere con costanza. In settimana, abbiamo lavorato sodo per cercare di dare valore alla bella vittoria contro la Lazio, sapendo che attraverso quello fatto che abbiamo fatto vedere lunedì sera si può ottenere sempre il massimo […] Contro il Torino sono sempre incontri difficilissimi, perché sono una squadra che aggredisce tanto e non ti lascia mai giocare. Sappiamo bene ciò che ci troveremo di fronte e cercheremo di controbattere a dovere. Sono sicuro che sarà una partita molto dispendiosa e con ritmi altissimi". 

Inter, Bosco: "Se gli episodi sono a senso unico, qualcosa non funziona. Essere sborona..."
Sabato: "Nella Fiorentina, Beltran come Lautaro Martínez"

💬 Commenti