Foto di Giacomo Morini ©
Esclusive

Esclusiva F1 - Colasanto: "Commisso ha ragione. DV-Juve? Serie A mai ad armi pari"

In esclusiva ai nostri microfoni di FiorentinaUno.com ci ha raggiunti Filippo Colasanto, per affrontare alcune vicende legate al calciomercato della società gigliata

L'esperto di calciomercato Flippo Colasanto ha rilasciato in esclusiva ai nostri microfoni di Fiorentinauno.com un'intervista in merito ad alcune vicende di calciomercato legate alla Fiorentina. Ecco le dichiarazioni del sopracitato: 

Nella finestra di mercato estivo come si muoverà la Fiorentina? Sarà un calciomercato rivoluzionario o ACF andrà più che altro a puntellare?

Sono un grande fan di Commisso. Quando ha detto di applicare il regolamento per il fair play finanziare ed i parametri economici, per poi vedere chi va a vincere il campionato, secondo me ha completamente ragione. Fino a che non ci sarà attenzione a questo aspetto, un businessman come lui, con un mentalità americana che premia la meritocrazia, non farà enormi investimenti per creare uno squadrone. la società ed il club si porranno in una posizione di rilievo nel calcio italiano anche con la creazione delle infrastrutture (stadio e CS). Sia chiaro: nessuno truffa, ma se una società può ricapitalizzare con un azionista esterno parte con un vantaggio enorme. Mi riferisco ovviamente alla Juventus ed all'operazione Vlahovic. È legale ma non dovrebbe essere consentito un movimento del genere, perché non si parte mai ad armi pari. 

C'è qualche novità in merito alle piste di mercato della Fiorentina in Sudamerica? Magari tramite Burdisso…

Burdisso ha un contatto diretto con tutto il mondo del calcio argentino, ed era il Direttore Sportivo del Boca. Penso dunque che, qualora la Fiorentina dovesse muoversi sul mercato, andrebbe a pescare in quella squadra. Un fattore importante è il passaporto italiano, e non mi pare che la Fiorentina stia seguendo determinati profili ora. C'è un giovane del Club Atlético Colòn, Farias: è un centrocampista offensivo, ma non ha un passaporto italiano.

Un eventuale acquisto di Agustin Alvarez da parte della Fiorentina escluderebbe il riscatto di Piatek?

Piatek a me piace molto, ed ha fatto bene a Genova ed al Milan nel primo periodo. Non ho condiviso molto la scelta di mandarlo via da Milano, e la Fiorentina ha fatto un buon acquisto. Piatek non ti fa vincere il campionato, ma può far se gli viene dato il giusto tempo. Con lui in squadra, andare a cercare altri profili in giro per il mondo, soprattutto dal Sudamerica, è un salto nel buio. Tra Piatek e Alvarez mi tengo tutta la vita il polacco!

Su Senesi ed una possibile cessione di Milenkovic

Milenkovic è richiesto anche in Italia, e qualora la Fiorentina dovesse cederlo avrebbe le risorse economiche adatta per poi fare un movimento in entrata per la difesa. Senesi ha fatto le giovanili nel San Lorenzo e poi è andato in Olanda; è uno di quei buoni giocatori che trovi anche da noi. Io andrei su un giocatore europeo e soprattutto che conosce già la Serie A. Le meccaniche difensive italiane sono abbastanza difficili, soprattutto per i sudamericani. 

Luis Alberto è stato accostato alla Fiorentina, al Milan ed al Siviglia. Quante chance ha ACF di tesserarlo?

Se il Milan si muove per acquistare Luis Alberto spazza via la concorrenza, a meno che le richieste del giocatore siano astronomica. Lo spagnolo farebbe molto comodo a molte squadre, Milan in primis. La Fiorentina rappresenta un'ottima piazza, ma il richiamo di una compagine che lotta per l'accesso alla Champions League o per vincere il campionato è sicuramente efficace. 

Su Isco…

Per la Fiorentina, prendere Isco sarebbe un colpo mediatico incredibile. Lui ha fatto il suo ruolo da comprimario per stelle di primissima grandezza. A Firenze non c'è il Batistuta della situazione, e bisogna vedere se Isco accetta di scegliere un progetto come quello della Fiorentina. Qualora lo spagnolo volesse andare via da Madrid troverebbe numerose compagini, ma non lo vedo benissimo in Premier; non è un campionato adatto a lui. Un giocatore così può giocare in Spagna, in Portogallo o in Italia, non in Inghilterra e né in Germania.

Che futuro hanno Amrabat e Pulgar?

Dipende che tipo di squadra vorrà assemblare la Fiorentina: se punta a qualificarsi direttamente all'Europa League ci fa poco con Amrabat e Pulgar. L'ex Verona mi è sempre piaciuto molto, ma a Firenze ha avuto poca continuità; è inspiegabile. La Fiorentina deve allungare la rosa, ma vale per tutte le squadre. Basti pensare alla Lazio: l'anno scorso ha lottato anche troppo, visto che ha undici titolari di qualità ma la panchina è corta. Lo stesso problema l'ha riscontrato anche la Roma nel corso di questa stagione. Mourinho in una piazza così è pericolosissimo: se le cose vanno bene è il capo popolo, ma se le cose vanno male scarica sempre le colpe verso gli altri. La Roma di quest'anno è lo specchio dell'atteggiamento del suo allenatore. 

Lazio, Roma e Fiorentina: chi farà il miglior sprint nel finale di stagione?

La Roma teoricamente ha qualcosa in più in campo, e potrà consolidare la sua posizione. La Fiorentina è leggermente dietro, ma va contato anche un fattore determinante. Non andando al mondiale, i nazionali italiani non hanno la paura di infortunarsi e saltare la competizione, e possono spingere maggiormente col club in questo finale di stagione. Ora non ho presenti i calendari delle tre squadre sopracitate ma penso che la Roma abbia qualcosa in più. La Lazio ora ha un'autostima molto più bassa, a causa del duro ed inaspettato colpo subito nel derby. 

Commenti

FiorentinaUno, scarica gratis la nostra App per iPhone, iPad e Android!
Fiorentina-Venezia, designazioni arbitrali: dirigerà Abisso. Al Var...