Juan Jesus
Juan Jesus

Come riporta La Gazzetta dello Sport, la sentenza del giudice sportivo, che non ha riconosciuto alcuna colpa al difensore dell' Inter Francesco Acerbi dopo i presunti insulti rivolti a Juan Jesus nella gara di San Siro contro i nerazzurri non è stata accolta con favore dal Napoli. Il club ha esposto la propria posizione attraverso un comunicato ufficiale. Il titolo, piuttosto esplicativo, è “Io sto con JJ”. 

Il contenuto della nota

Il signor Acerbi non è stato sanzionato. A questo punto il colpevole dovrebbe, per la 'giustizia' sportiva, essere Juan Jesus, che avrebbe accusato un collega ingiustamente. Non è ragionevole pensare che abbia capito male. Il principio di maggiore probabilità di un evento, ampiamente visibile dalla dinamica dei fatti e dalle sue scuse in campo, che nella giustizia sportiva è preso in considerazione, scompare in questa sentenza. Restiamo basiti. Inoltre, se quanto accaduto in campo, lo dice la sentenza, 'è sicuramente compatibile con l’espressione di offese rivolte... dal calciatore interista, e non disconosciute nel loro tenore offensivo e minaccioso dal medesimo', perché non irrogare a quest’ultimo alcuna sanzione? Perché, poi, lo dice sempre la sentenza, 'essendo raggiunta sicuramente la prova dell’offesa', nessuna decisione è stata assunta dalla 'giustizia' sportiva al riguardo per punire il responsabile? Restiamo ancor più basiti. Il Napoli non aderirà più a iniziative di mera facciata delle istituzioni calcistiche contro il razzismo e le discriminazioni, continueremo a farle da soli, come abbiamo sempre fatto, con rinnovata convinzione e determinazione.

Acerbi

 

 

Le parole di Spalletti di qualche giorno fa riguardo all'accaduto

Non vorrei mai trovarmi in questa posizione qui però noi abbiamo la responsabilità di uno sport importante, per la nostra Nazione. Dobbiamo per forza agire, mettendo a posto e chiarendo le cose. Per quello che mi ha detto Francesco, non è un episodio di razzismo quello che lui ha fatto. È chiaro che non vorrei trovarmi in questa situazione e difendere i calciatori per cose che gli vengono attribuite gratuitamente. Bisogna stare attenti ai nostri comportamenti, a tutto quello che diciamo e facciamo soprattutto quando facciamo parte della nazionale. È un dispiacere enorme andare a prendere decisioni per questi episodi, bisogna stare attenti. Anche quando denunciamo un episodio, bisogna stare attenti se lo abbiamo subito in maniera clamorosa come poi è venuto fuori

Sabato si gioca Fiorentina-Milan, chi è più forte tra Arthur e Reijnders
Bocci "La Fiorentina può vincere contro il Milan, sarebbe perfetto vincere una Coppa"

💬 Commenti