News

Chinè, minacciato dopo la sentenza alla Juventus

Il procuratore della Federcalcio Giuseppe Chinè è stato preso di mira dai social dove ha ricevuto delle minacce

Minacce ed insulti via social dopo la pubblicazione della sentenza sulla Juventus stanno prendendo di mira il procuratore della Federcalcio, Giuseppe Chinè, il presidente Gabriele Gravina e la sua compagna, Francisca Ibarra, alla quale è stata anche attribuita una falsa storia Instagram dove campeggiava il -15 con il logo della società bianconera. Per tutti questi casi - apprende l'Ansa - è in corso la segnalazione alle autorità competenti. Dalla Figc filtra "sdegno per gli insulti e le minacce", nonché "solidarietà ai destinatari di queste aggressioni social".

Commenti

Fiorentina, nome nuovo per l'attacco
Sottil: "Europa? Quando giochiamo con la rabbia..."