Il ciclo Italiano come è ormai noto da tempo volge alla sua conclusione. Il mister quando ai microfoni di Sky Sport ieri sera al termine della sfida tra Fiorentina e Milan è stato interpellato a proposito del suo futuro ha tergiversato e spiegato come non sia il momento giusto per parlarne perchè c'è una stagione da concludere nel miglior modo possibile cercando di portare fino in fondo tutte e tre le competizioni, magari con la conquista di un agognato trofeo che il popolo viola attende da ben 23 anni, da quella Coppa Italia vinta nel lontano 2001. Giusto che sia così. Tuttavia oltre a Italiano potrebbero essere tanti i giocatori che lasceranno le rive dell'Arno, vediamo dunque chi potrebbe salutare.

Fiorentina: un attacco da rifondare o quasi

Le prime punte

Escluso Beltràn ormai che divenuto trequartista e rientra tra i centrocampisti, sono appena due gli attaccanti di ruolo nella Fiorentina attuale: Nzola e Belotti. Analizzando i numeri dei due ad oggi è poco probabile la permanenza di entrambi. L'angolano ha disatteso le aspettative, la speranza era che col suo ex tecnico e con uno step in avanti in carriera il giocatore potesse esprimersi al meglio, ma ad oggi i suoi gol si possono contare sulle dita di una mano ed è ormai relegato agli ultimi minuti scarsi di ogni partita. Discorso diverso per Belotti che come sappiamo è in prestito secco dalla Roma. Per una permanenza oltre che il benestare della società capitolina sarebbe necessario che l'ex Torino trovasse un po' più spesso la via del gol e vedremo cosa potrà dare alla squadra in quest'ultima fase della stagione. 

Gli esterni

Nico Gonzalez in maglia viola esulta per un gol al Franchi
Nico Gonzalez

La Fiorentina ha un'unica certezza sugli esterni e si chiama Nico Gonzalez. L'argentino ha un po' smarrito la via nell'ultimo periodo ma è sicuramente dovuto anche ai tanti infortuni. Non bisogna dimenticare che è un titolare della nazionale campione del mondo oltre che uno dei migliori marcatori viola di questa stagione tra campionato e coppe. E' da lui che bisogna ripartire. La stessa forza di non accettare offerte faraoniche (soprattutto dalla Premier League) delle ultime sessioni di mercato deve essere riproposta dalla società la prossima estate perchè solo mantenendo i propri big possono arrivarne altri, scommesse a parte.

Su tutti gli altri è rebus totale. Ieri sera è tornato in campo Kouame. Il giocatore ha il contratto in scadenza fissato al 30 giugno del 2024 e la Fiorentina avrebbe l'opzione per il rinnovo al 2025 anche se questo farebbe balzare il suo stipendio da 1,4 milioni a quasi 2, ne varrà la pena? Proseguendo con gli esterni ci sono poi Sottil e Ikone. I due giocatori non sono prolifici e di questo ce ne siamo accorti. Hanno numeri molto simili tra loro e sono giocatori poco funzionale al gioco di Italiano prettamente basato sulle fasce. L'idea generale è che abbiano fatto il loro tempo in quel di Firenze ma starà al nuovo tecnico se così dovesse andare valutarli e decidere il da farsi.

Conclusioni

Dulcis in fundo il giocatore di questi di cui non si può fare a meno è il solo Nico Gonzalez da cui bisogna ripartire con un nuovo progetto. C'è poi la questione dei rientri dal prestito, con Luis Monteanu che fremerebbe dalla voglia di tornare per rendersi protagonista, sarà il caso di dargli una chance o per lui ci sarà un nuovo prestito? 

Calciomercato Fiorentina: la prima scelta per il post Italiano è…
Fiorentina, il sostituto di Italiano arriverà da questi tre nomi? L'attuale favorito è...

💬 Commenti