Foto IG @pisto_gol
Esclusive

Esclusiva F1 - Pistocchi: "ACF ambiziosa, Juve senza un progetto sportivo. Igor? Il suo contratto..."

In esclusiva ai nostri microfoni di FiorentinaUno.com ci ha raggiunti Maurizio Pistocchi, per affrontare sia discorsi di carattere sportivo sia dirigenziale

Il noto giornalista, nonché conduttore televisivo ed opinionista Maurizio Pistocchi, ha rilasciato un'intervista in esclusiva ai nostri microfoni di Fiorentinauno.com, per affrontare numerose tematiche: il progetto ed il futuro della Fiorentina, la corsa all'Europa condotta dagli uomini di Vincenzo Italiano, il match di domani contro il Napoli e due vicende di calciomercato. Ecco le dichiarazioni in versione integrale rilasciate dal sopracitato. 

La Fiorentina del futuro lotterà per l'Europa League, oppure la società riporterà la squadra ai massimi livelli provando a qualificarsi in Champions League, secondo un modello “Atalanta”?

Il progetto di Commisso è sicuramente ambizioso, basti pensare al Viola Park, che sarà una struttura di eccellenza. Anche il progetto riguardante il nuovo stadio mira ad un miglioramento della società. C'è un discorso sportivo da affrontare: la Juventus ha dimostrato, nonostante si possano compiere grandi investimenti, pagare i giocatori, gli stipendi, l'assenza di un progetto sportivo comporta l'assenza di risultati. Credo che il punto di partenza della Fiorentina sia importante. ACF quest'anno ha 20 punti in più rispetto all'anno scorso, ed è la squadra che è migliorata più di tutte. Il discorso tecnico e progettuale è molto interessante e potrà regalare soddisfazioni. Gli investimenti economici non coincidono necessariamente con l'ottenimento di grandi risultati. Ieri sera ho visto il Bodo Glimt, che gioca con personalità e dimostra di essere una squadra competitiva, nonostante non investa molto nel mercato. 

La Fiorentina è in lotta per l'Europa proprio con la Roma, nonché con la Lazio. In che ordine si posizioneranno queste tre compagini a fine campionato?

Se conoscessi il futuro sarei miliardario! Fino a questo momento tutti e tre gli allenatori hanno costruito qualcosa d'importante. La Roma ha perso col Bodo Glimt per un episodio, ma nelle ultime dieci giornate ha raccolto risultati positivi. La Lazio gioca un calcio diverso rispetto a quello a cui era abituata con Inzaghi, senza avere giocatori adatti e riscontrando delle problematiche. La Fiorentina, tra le tre, è la compagine che si è mostrata più coerente. 

La Fiorentina affronterà il Napoli di Luciano Spalletti nel prossimo impegno di campionato. Gli uomini di Vincenzo Italiano riusciranno a bissare la vittoria centrata in Coppa Italia contro i partenopei? La Fiorentina è già matura per fare questo salto di qualità contro le big?

Sicuramente la Fiorentina è cresciuta tantissimo dal punto di vista qualitativo, ma ha ancora dei limiti in fase difensiva, ma è normale. Infatti il sistema di gioco della Fiorentina propone della manovre d'attacco in cui sono coinvolti numerosi giocatori, che spesso, in grande numero, giocano più in alto della linea della palla. Sarà un match molto complicato per la Fiorentina, perché il Napoli ha un match interno importante in chiave scudetto ed è reduce da una grande prestazione contro l'Atalanta. È tuttavia proprio in queste partite che si vede il salto di qualità. 

A proposito di salto di qualità: Igor è in netta crescita. Si può già parlare di rinnovo per il centrale brasiliano? È giunto il momento di provare a blindare il giocatore? Il contratto scade nel 2024…

Considerando le prestazioni nel corso di questa stagione, se io fossi nei panni di Daniele Pradè rinnoverei il contratto di Igor, adeguandolo anche economicamente. Penso sia la soluzione giusta, così da evitare delle problematiche che potrebbero riscontrarsi in futuro. 

L'avventura di Kokorin a Firenze è stata fino a questo momento fallimentare. I risultati negativi sono solo frutto della condizione fisica? Quale sarà il futuro del centravanti russo? 

Kokorin è arrivato a Firenze con delle credenziali negative dal punto di vista professionale. Un'osservazione di quelle credenziali dev'essere sempre il punto di partenza per acquistare un giocatore. Boniperti, grandissimo presidente, prima di tesserare un giocatore lo faceva seguire ed andava a seguire come fosse la sua famiglia; voleva sapere tutto della persona. Ci sono tanti giocatori buoni, ma poche persone adeguate ed adatte a livello di gruppo. Probabilmente Kokorin ha pagato sia problemi caratteriali che fisici. La sua avventura a Firenze è finita, e la società deve trovargli un'altra squadra.. 

 

 

Commenti

FiorentinaUno, segui i nostri profili social: Instagram, Facebook e Twitter
Mariani, precedenti positivi per la Fiorentina ma con il Napoli...