Nzola (ph. G.Morini)
Nzola (ph. G.Morini)

Di seguito le pagelle dei giocatori viola in Lecce-Fiorentina, gara valevole per la ventitreesima giornata di Serie A

L'allenatore della Fiorentina Vincenzo Italiano
Vincenzo Italiano

Le pagelle

Terracciano 6,5 : Se la Fiorentina non è già sotto dopo appena 10 minuti è soprattutto merito suo, provvidenziale nella circostanza su Almqvist come in tante altre occasioni, nel finale potrebbe fare di più sul gol del definitivo 3-2 ma è difficile metterlo tra i colpevoli oggi.

Faraoni 5.5: Forse è più Gallo che non Banda a creargli problemi sulla fascia, il terzino ex Verona non riesce quasi mai a leggere le sovrapposizioni dei due e si trascina questa situazione per tutta la sua gara. Da rivedere.

Martinez Quarta 4,5 : Probabilmente il peggiore della retroguardia viola. Causa la punizione che porta al vantaggio avversario e si fa anche ammonire, non arriva mai in anticipo sull'avversario e viene richiamato in panchina dopo soli 45 minuti. 

Dal 46' Milenkovic 5: Chi si aspettava che il copione cambiasse con l'ingresso del serbo al posto dell'argentino sarà rimasto deluso. Un suo errore rischia di regalare il gol a Banda mettendolo davanti a Terracciano. Non in forma.

Ranieri 5,5: Tra i meno peggiori di una difesa che fa acqua da tutte le parti questa sera, migliora nel secondo tempo, ma riceve un giallo pesante. Era diffidato.

Biraghi 5: Un po' come Faraoni anche sulla sua fascia il Lecce soprattutto nel primo tempo non ha grossi problemi a passare con Almqvist che lo supera più volte in velocità. 

Duncan 5,5: Serviva muscolatura e fa quel che può, rivelandosi spesso impreciso nei passaggi e in alcuni controlli.

Dal 46' Mandragora 6,5: Tra i migliori, entra appena iniziata la ripresa e suona la carica con un gol da fuori. Ci riprova più tardi ma non è preciso. 

Maxime Lopez 5,5: E' chiamato a sostituire Arthur ma ci riesce a fasi molto alterne, nel primo tempo è quasi un oggetto misterioso mentre nel secondo è più reattivo ed arriva anche alla conclusione. Serve di più.

Bonaventura 5: Si è un po' perso nelle ultime gare, oggi una prestazione molto anonima la sua, anzi lo sarebbe se non fosse che insieme a Sottil la combina grossa in occasione del primo gol.

Dal 46' Belotti 6: Si fa vedere poco e gli arrivano pochi palloni ma quando ne riceve uno buono centra in pieno la traversa. Sfortunato ma fa ben sperare.

Beltràn 6: Anche l'argentino sembra un po' spaesato come tanti. Nel primo tempo completamente assente, viene fuori nella ripresa segnando un importante gol del momentaneo 1-2 da vero opportunista come accaduto col Monza. Alla fine è il gol che gli si chiede. 

Dal 78' Parisi 5,5 : Oggi in versione offensiva, ma quando può non riesce a pungere sotto porta.

Nzola 5: L'angolano riceve un'opportunità che pochi si aspettavano partendo titolare. Non calcia praticamente mai complice anche la posizione non sua in campo, ma di suo c'è l'errore sul gol di Piccoli che costa il gol del 2-2 e qualche secondo dopo si rivelerà un gol più pesante di quello che si potesse pensare.

Sottil 4,5: Come nel caso di Bonaventura il suo voto è influenzato dall'errore in barriera sul gol di Oudin. Tuttavia per tutta la sua partita le sue accelerazioni non portano quasi mai all'area avversaria. 

Dal 70' Nico Gonzalez 5,5: L'argentino è ancora lontano dalla forma migliore e lo testimoniano i pochi minuti a disposizione nei quali si fa ammonire e poco altro.

Leggi Anche:

https://www.fiorentinauno.com/news/226378026502/lec-3-2-fio-la-moviola-un-anarchica-viola-crolla-in-puglia

 

 

Mercato, la strategia viola lascia aperti molti interrogativi
Post partita, Piccoli: "Che emozione vincere così!"

💬 Commenti