Cristiano Biraghi
Cristiano Biraghi

Cristiano Biraghi è intervenuto ai microfoni di DAZN al termine della gara contro la Roma.

Biraghi

Queste le sue parole

“Sono quelle partite dove non vai via pienamente contento. C'erano delle situazioni che potevamo sfruttare meglio, ma non è tutto negativo. Siamo consapevoli di aver fatto una buona partita in un campo duro. Quando ci ricapiterà di rigiocare in 11 contro 9 con la Roma? Rimane un po’ di amarezza ecco”. 

Borja cosa avrebbe detto a fine gara? “Era il professore. Sapeva sempre dire le cose giuste, penso che avrebbe detto le stesse cose che ho detto io, spero (ride, ndr), se ho imparato bene”. 

“Sotto tanti punti di vista siamo cresciuti. Il percorso di crescita non è ancora finito, qualche punticino l’abbiamo lasciato indietro e se vuoi stare nei piani alti della classifica non puoi permettertelo. Come con l’Empoli, a Frosinone, ma stiamo comunque facendo bene, se abbiamo ancora margini di miglioramento dobbiamo essere contenti”. 

Conclude così

“Il nostro modo di giocare è molto aggressivo e “spensierato”. Io mi trovo molto bene, però dobbiamo anche capire certi momenti della gara. Il mister dà un’impronta, ma in campo andiamo noi e ci sta ancora mancando questa malizia, un po’ di furbizia. Se c’è da buttare la palla fuori dallo stadio, va fatto. Poi abbiamo perso con squadre di livello, quindi già che la gente vede che andiamo a giocarcela con tutti, fa piacere”.

Se vuoi approfondire tutte le tematiche sul mondo della Fiorentina senza perdere nessun aggiornamento, rimani collegato con FiorentinaUno.com per scoprire tutte le news di giornata sui viola in campionato e in Europa.

Italiano (S.STAMPA): "Champions? Ecco cosa ci manca. Vi spiego la gestione dei cambi..."
Cecchi: "Un pareggio che sa di nobiltà, la squadra col palleggio non è detto sia morta"

💬 Commenti