News

Fiorentina, l'importanza di Nico

Nico is back, verrebbe da dire per fortuna visto che l'argentino numeri alla mano fa sempre la differenza

La speranza è che dopo la rete su rigore contro il Sassuolo, Nico Gonzalez sia tornato a disposizione.

A fare la differenza non sono solo i numeri, ma l'atteggiamento: dopo la rete ha sorriso, a lungo, e ha mostrato lo stemma viola ai tifosi. Segno di attaccamento ali compagni e alla città.

L'argentino ha segnato 5 gol tra tutte le competizioni ed è di fatto il terzo capocannoniere della squadra dopo Jovic e Cabral con 7 gol.

L'unico problema di Nico è che la sua disponibilità per il gruppo e per il mister è durata solo 404 minuti. Dati alla mano, un gol ogni 80 minuti. 

E ora con l'ex Stoccarda, Italiano sogna la rimonta in campionato, con uno sguardo alla sfida contro il Braga. Questo quanto scrive la Gazzetta dello Sport questa mattina.

Commenti

FiorentinaUno, scarica gratis la nostra App per iPhone, iPad e Android!
Bonaventura, entro oggi il rinnovo