News

Pagelle F1, Napoli-Fiorentina 2-5: Venuti-Biraghi, i viola volano sulle fasce. Piatek-Vlahovic, che attacco!! Dragowski da horror.

Le valutazioni sulle singole prestazioni dei giocatori di Italiano usciti vincenti dal match di Coppa Italia allo Stadio Diego Armando Maradona

Dragowski 3: Al ritorno da titolare, dopo mesi di assenza per infortunio, il portiere polacco si rende protagonista della sua peggior performance in maglia viola. Gli errori da matita rossa, prima con il rinvio sbagliato in occasione del primo gol subito da Mertens, poi con la clamorosa usicta a vuoto in occasione della sua espulsione a fine primo tempo, lo portano ad essere di diritto il peggiore in campo. 

Venuti 7,5: La prestazione del terzino viola, che per buona parte della gara era stata discreta, svolta inevitabilmente ai tempi supplementari, quando realizza un bel gol al volo e l’assist per il 2-4 di Piatek che di fatto consegnano il passaggio del turno alla Fiorentina. Unica pecca della sua prova, il retropassaggio con annessa incomprensione in occasione dell’espulsione di Dragowski.

Milenkovic 6: Sono poche le colpe del difensore serbo in occasione sia della rete del momentaneo 1-1 che in occasione dell’espulsione di Dragowski. La sua prestazione è sicuramente in crescita rispetto alla brutta prova offerta contro il Torino.

Nastasic 5: Non aveva una sfida facile al rientro da titolare dopo diversi mesi, contro un attacco di livello come quello del Napoli. Se la cava in diverse situazioni di lettura, mentre garantisce un po’ meno sicurezza nelle situazioni di uno contro uno. Pesa sulla sua prova l’errore nel finale, quando lascia passare il traversone di Malcuit destinato a Petagna. Dal 90’ Igor 6: Difficile giudicare la prestazione del difensore brasiliano che entra nel momento di massima spinta dei viola e con il vantaggio numerico a disposizione. Normale amministrazione soprattutto dopo il gol del 2-3.

Biraghi 7: La perla del capitano viola, messa a segno da fuori area al quarto d’ora della ripresa com un meraviglioso sinistro a giro, vale da sola il prezzo del biglietto. Oltre a questo è importante sottolineare come il terzino viola abbia fornito una prestazione buona al di là della rete.

Castrovilli 6,5: Tracce del vero Gaetano in quel di Napoli. Il numero dieci viola, dopo mesi di difficoltà, da segnali di risveglio all’interno di una gara in cui si è battuto fisicamente per garantire solidità e qualità al centrocampo viola. Dal 90’ Bonaventura 6,5: La qualità non ha età e Jack ne è l’esempio lampante. La mezzala viola entra infatti quando la gara si è già arenata su ritmi meno sostenuti e con la Fiorentina che ha spesso giocato nell’area del Napoli. Li dimostra di saper fare eccome ancora la differenza.

Torreira 6,5: Torna in cattedra il centrocampista uruguaiano, che si riscatta dopo aver girato a vuoto contro il Torino, alla pari di tanti suoi compagni. Oggi probabilmente, complice la tensione creatasi nella gara, disputata dai viola in 10 contro 11 per quasi tutto il secondo tempo, ha usato più la sciabola che il fioretto. 

Duncan 6: Buona la prima parte di gara del centrocampista viola che supporta bene il compito di regata affidato a Torreira e assicura la solita gamba e la solita forza alla mediana gigliata. Rischia con un brutto intervento che poteva costargl il rosso. Esce a fine primo tempo per via dell‘espulsione di Dragowski. Dal 45’ Terracciano 7: In questo momento è lui il titolare tra i pali viola e nella ripresa della sfida contro il Napoli di oggi lo dimostra ancora una volta. Fantastica la parata su Demme, ottima la sicurezza nelle uscite.

Gonzalez 7: Era stato tra i pochi a dare segnali di vita nel tracollo viola a Torino, ed oggi, nonostante non compaia nel tabellino, conferma di essere in netta ripresa e ripaga la fiducia di Italiano. Oltre infatti a procurare l’espulsione di Lozano nel finale è una continua spina nel fianco per la difesa partenopea, costretta più volte a fermarlo con le cattive. Deve migliorare sotto porta. Dal 90’ Ikone 6,5: Entra con il piglio giusto e prova con la sua brillantezza e qualità nell’uno contro uno a creare la superiorità numerica necessaria per scardinare la difesa del Napoli. Viene inspiegabilmente fermato alla fine del tempo regolamentare mentre era lanciato verso la porta di Meret. L’assist nel finale di gara per Maleh è solo un assaggio delle sue qualità dato ai tifosi viola.

Vlahovic 7: Il passo falso a livello personale del serbo sul campo del Torino è già stato messo alle spalle. Dusan è tornato a fare Dusan e allo Stadio Diego Armando Maradona giganteggia in mezzo ai centrali del Napoli facendo reparto da solo e realizzando un gol splendido per preparazione ed esecuzione. Dal 73’ Piatek 6,5: Sono solo i primi minuti in maglia viola e arrivare a dare giudizi è sempre molto difficile. Certo è che iniziare con una rete è sempre importante. Il polacco si dimostra poi vera e propria bestia nera per il Napoli, a cui segnò una doppietta sempre in Coppa Italia all’esordio con la maglia del Milan.

Saponara 6: Luci e ombre nella prestazione del fantasista viola, la cui prestazione viene comunque impreziosita dallo splendido assist e la bellissima giocata realizzata in occasione del gol del vantaggio di Vlahovic. Dal 45’ Maleh 7,5: Entra ad inizio secondo tempo per dare equilibrio alla squadra, rimasta in dieci nel finale della prima metà di gara, e ci riesce grazie alla sua ottima gamba e alla capacità di ribaltare l’azione con freschezza e qualità. Ai tempi supplementari poi si supera realizzando l‘assist per Venuti, che indirizza la gara, e il gol che la chiude.

Commenti

FiorentinaUno, segui i nostri profili social: Instagram, Facebook e Twitter
Napoli-Fiorentina, Ayroldi non applica la regola del vantaggio su Ikoné: cosa dice il regolamento?