News

Italiano: "Vlahovic? Non vedo l'ora che finisca il mercato..."

"Portieri? Nulla di diverso fra chi è in porta e chi sta fuori. Chi sta bene gioca, chi non è in condizione no"

Oggi alle ore 10.00 nella sala stampa dell'Artemio Franchi ha parlato Vincenzo Italiano, prima del match dell'ora di pranzo contro il Cagliari di Walter Mazzarri. Ecco le sue parole:

Come vede la partita di oggi?

Il Cagliari è in grande crescita, lo hanno dimostrato le ultime prestazioni, pur arrivando da due sconfitte affrontiamo una squadra che lotta e deve tirarsi fuori dalla lotta salvezza. Temo molto queste partite. Non sarà come Torino. Cercheremo di fare una grande partita.

Tra i pali sono cambiate le gerarchie?

Credo che non ci sia nulla di diverso fra chi è in porta e chi sta fuori. Chi sta bene gioca, chi non è in condizione no. La gestione è uguale per tutti. Abbiamo portieri validi. Chi merita gioca altrimenti no. Poi si vedrà.

Quanto è cambiata rispetto all'andata la Fiorentina?

Qualche certezza l'abbiamo ma dobbiamo cambiare alcune cose. Sono contento delle reazioni a situazioni avverse con dimostrazione di grande carattere anche se possiamo migliorare ancora. La qualità però aiuta a vincere le partite e così facendo possiamo dimostrare di più.

Vlahovic come l'ha visto?

Vlahovic arriva da una buona prestazione, rigore a parte. la storia va avanti da tanto e non ho nulla da aggiungere. Spero che il mercato finisca presto…

Maleh è cresciuto molto si aspetta altro da lui?

Sicuramente è in grandissima crescita, lo dimostano i fatti. A Napoli è stato straordinario. Poi è molto maturato ma non bisogna abbassare l'attenzione e la guardia, lo dico sempre, la competizione e il livello della Serie A è troppo alto. Stiamo parlndo di un ragazzo predisposto a giocare ad alti livelli.

Lei è convinto di trovare la stessa rosa alla fine del mercato? E come tutela la sua squadra?

Noi abbiamo fatto subito quello che si pensava potesse dare qualcosa alla squadra come Ikonè e Piatek. La società ha già detto di voler ascoltare chi vuole giocare di più. Sicuramente la Fiorentina deve rimanere nell'ottica di ripetere il girone di andata cercando di migliorare e mantenendo l'identità e lo spirito dimostrato in queste partite. Abbiamo voglia solo di dimostrare il nostro valore.

Come vede la differenza di risultati fra le partite casalinghe e quelle in trasferta?

Le squadre fuori casa vogliono fare sempre bene. Non si può andare sempre a dominare fuori. Certo per avere una mentalità vincente bisogna fare risultati anche fuori casa. Stiamo cercando di crescere dal punto di vista della mentalità Dobbiamo capire se vogliamo accontentarci o migliorare. La qualità degli avversari fuori casa si alza, inizialmente ci eravamo riusciti poi no. 

Un pensiero per Di Marzio e come affronterà il Cagliari?

Condoglianze alla famiglia, lo conoscevo come uomo di calcio, una grande perdita. Per quanto riguarda Cagliari dobbiamo cercare di approcciare come abbiamo quasi sempre fatto. Partire forte, co mandare il gioco, come fatto nell'ultima gara. L'importante è far vedere all'avversario come noi approcceremo la gara.

Si aspettava di fare qualche punto in più o è soddisfatto di questi due mesi?

Sono soddisfatto, esclusa la sconfitta di Torino, veniamo da un periodo positivo, nelle ultime nove gare abbiamo fatto risultato 8 volte su 9. Siamo contenti di quello che stiamo riuscendo a fare. I ragazzi mi danno ottime risposte come per esempio la reazione dopo la non partita di Torino. Contento ma mai accontentarsi. Bisogna migliorare il migliorabile. E lo stiamo dimostrando partita dopo partita.

Ikonè e Piatek qualche parola su di loro?

Stanno benissimo dal punto di vista fisico. Sono professionisti seri. Certo mancano di automatismi o intesa che si sviluppa solo con il tempo. Ikonè e Piatek hanno già lasciato il segno e si stanno comportando bene. Sono due giocatori molto seri, spingono durante l'allenamento. Sono giocatori che si muovono in maniera esperta, fanno parte del progetto Fiorentina e ce li teniamo stretti.

Zurkowski a Empoli, ci sta già pensando?

Un ragazzo di prospettiva non posso dire niente ma sta facendo molto bene

Secondo lei è un campionato falsato o anomalo?

Solo nell'ultimo mese sono successi problemi con i contagi. Prima è filato tutto liscio. Contagi a parte non credo che ci sia nulla di falsato. A parte qualche problema penso che riusciremo a concludere bene il campionato. Per me nulla di falsato. 

Biraghi?

Sono contento di Cristiano perchè ha fatto una crescita incredibile, ha grande responsabilità e mi sta ripagando con grandi prestazioni. Sicuramente è una guida per i suoi compagni e si merita la fascia di Capitano. Se poi continua a essere decisivo sui calci da fermo allora…

Vlahovic e piatek insieme?

Noi giochiamo per occupare il campo nella migliore delle possibilità, abbiamo mezz'ali che si inseriscono e lavorano con la prima punta. In determinate situazioni però possono pure giocare insieme, anche se hanno qualità diverse.

La pausa può essere un'occasione?

Può essere un bene per lavorare e approfondire alcuni concetti anche se senza i nazionali non è facile. Io comunque ho sempre visto la pausa come un momento per migliorarsi.

Quali sono gli obiettivi della Fiorentina oggi? La salvezza?

Se le prestazioni continuano così e aumentiamo step dopo step possiamo anche pensare ad altro. Ma serve attenzione e continuità perchè i risultati non arrivano senza lavoro.

 

 

 

Commenti

FiorentinaUno, scarica gratis la nostra App per iPhone, iPad e Android!
FiorentinaUno, segui i nostri profili social: Instagram, Facebook e Twitter