Mina
Mina

Lorenzo Minotti, ex capitano del Parma e commentatore di Sky Sport, è intervenuto ai microfoni del Pentasport di Radio Bruno.

Minotti

Queste le sue parole

"La Fiorentina incontra una squadra scomoda e che ha qualità. Ci vorrà una squadra ordinata, i ducali non andranno a Firenze per difendersi e fare il contropiede. In avanti hanno tanta qualità, mentre in difesa meno. Pecchia ha dato organizzazione e identità ai suoi. Benedyczak  è cresciuto in modo esponenziale, sa segnare e far giocare la squadra. Man ha già un trascorso di livello, e in Italia aveva un po' deluso. Anche Mihaila in serata può davvero essere pericoloso. Bonny è un centravanti completo, visto che la Fiorentina cerca una punta. Da quello che so è davvero forte"

Continua così

"Lui sta andando avanti per la sua strada. Pecchia è un allenatore stile Italiano, gioca con tanti giocatori con caratteristiche offensive. Più che Pecchia quest'anno al Parma sono cambiati i giocatori."

Conclude così

"Da fuori non è facile. Nzola può essere un ottima alternative. Conosce la Serie A e Italiano, ma a 30 anni non si può pretendere che faccia la differenza a Firenze. Beltran invece è un ragazzo giovane, deve imparare il nostro calcio, la pressione che c'è a Firenze. Considerando l'investimento va data fiducia al ragazzo.  Crespo quando arrivò a Parma aveva un problema fisico e faticava. Ancelotti lo protesse e disse che lo aspettò. Cominciò a segnare a febbraio e poi esplose. Dia per esempio è molto forte, ma non ha un carattere semplice.  E quest'anno fa anche più fatica. Per me serve più un centrale, Mina non da molte certezze, e poi bisogna capire come rientrerà Dodò."

Serie A, Ecco la data e l'orario di Sassuolo-Fiorentina
Fiorentina-Parma, formazioni ufficiali: Turnover per Italiano, dentro Brekalo

💬 Commenti